No alla chiusura degli ospedali psichiatrici giudiziari

“Lo Stato dimostra mancanza di umanità e rispetto nei confronti dei pazienti dei sei ospedali psichiatrici giudiziari italiani, Opg, mostrati dal programma televisivo Presa Diretta. – ha affermato il Segretario Nazionale del PLI Stefano de Luca – Queste persone hanno diritto ad un’assistenza sanitaria adeguata, ma è impensabile chiudere le strutture che li ospitano, per la sicurezza dei cittadini.”

Alcuni dei pazienti sono ancora internati perché ritenuti socialmente pericolosi, altri, seppur bisognosi, non hanno ricevuto un trattamento terapeutico e una volta fuori dall’ospedale psichiatrico giudiziario, non hanno una struttura sanitaria, una Asl, né una comunità che li assista.

Condividi su:
CATEGORIES

COMMENTS

Utilizziamo i cookie per garantire la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne stia accettando l'utilizzo. Più informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi