Cari amici della Direzione Nazionale

Vi scrivo in quanto non ho potuto intervenire allo scorso Consiglio Nazionale in quanto impegnato nella raccolta delle firme per partecipare alle amministrative di 5 comuni nel Friuli Venezia Giulia.
Alcuni di Voi mi hanno chiamato per informarsi su di un tema quale la scelta della sede per il futuro Congresso Nazionale.
Come avevo detto in un incontro serale alla presenza di alcuni di voi, sarei stato molto felice di organizzare a Trieste il “Consiglio Nazionale” che era in programma di li a breve.
Rammento infatti che la visita in Friuli Venezia Giulia del Segretario Nazionale Stefano De Luca a Novembre è stata un grande avvenimento.
Nella riunione di Direzione del giorno successivo, senza che io ne sapessi nulla in quanto non me lo aveva anticipato, l’amico Marco Marucco intervenne invitando a scegliere la sede di Trieste per il Consiglio Nazionale in segno di riconoscimento per il lavoro svolto in quel periodo.
La cosa mi fece un gran piacere ma fini li.

Mi è stato riferito che è stata fatta menzione durante il Consiglio Nazionale che io sarei disponibile a fare il Congresso Nazionale a Trieste.
Mi fa molto piacere che alcuni di voi lo abbiano richiesto e lo farei con gran piacere..anzi come penso per ognuno di voi…sarebbe un grande onore poterlo organizzare.
Mi preme dire però che lo farei, come credo lo farebbe ognuno di voi, solo se vi fosse la totale unanimità.
Sono consapevole anche che tale sede sarebbe molto onerosa e di ostacolo per la maggior parte delle tante Regioni lontane.
Per quel che mi riguarda sono convinto che la sede romana sia quella che metterà tutti d’accordo per una questione di equità.

Un saluto a tutti
Maurizio Facchettin