La Giunta uscente di Pavia l’ho vista nascere con propositi di un cambiamento, invece, il programma enunciato non ha avuto quello che ogni Cittadino si aspettava. Ci sono stati uscite ed ingressi in giunta, deleghe revocate, intromissioni esterne di persone che non hanno permesso il nuovo.

Ho seguito con attenzione alcuni Assessori nel loro mandato tra cui Cristina NIUTTA; ho partecipato a sue iniziative tenutesi al Broletto sul terzo settore; l’ho vista attiva nel suo impegno assunto per essere vicina ai Cittadini. La Coalizione che ha proposto Sindaco Cristina Niutta è determinata al cambiamento.
Noi come P.L.I. ancora di più. Come premessa per una credibilità abbiamo chiesto e voluto poche cose, ma chiare; sufficiente a dare dimostrazione che si può cambiare e non scrivere i libri dei Sogni, non limitandosi solo a contestare, ma creare condizioni per cambiare il Governo di Pavia e la stessa città. Ci sono tutte.

Tra le diverse priorità che i cittadini chiedono da tempo che si metta al centro l’Etica/Morale delle persone, Sociale e Sicurezza poi, a prescindere, ci vogliamo porre al servizio dei Cittadini per ridurre la burocrazia comunale ritenendo che sia possibile grazie anche alle competenze che la Sindaca NIUTTA ha potuto in questi anni acquisire. Ora chi ha sempre dichiarato di essere Liberale deve ripensare in quanto i Liberali Veri Siamo Noi.
I Cittadini avranno un riferimento per esprimere un loro consenso, quello che da anni avevano perso.

Il Responsabile Provinciale del P.L.I.
Diego Di Pierro