Il Segretario Nazionale del Partito Liberale Italiano, Stefano de Luca, ha commentato così le dichiarazioni del Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

“Il Ministro della Sanità, Beatrice Lorenzin, ieri sera a Ballarò ha tentato di ritagliarsi un profilo liberale, esclusivamente per polemizzare con il suo “inventore”, Silvio Berlusconi. In realtà il Ministro della Salute – afferma de Luca – ha avuto un’occasione straordinaria per dimostrare il suo spirito liberale, ma l’ha clamorosamente mancata, quando si è opposta  ai tagli degli sprechi nella Sanità.

E’ di dominio pubblico che la Sanità è uno dei campi in cui gli sprechi e le ruberie, a danno dei malati, sono più diffuse. Il Ministro Lorenzin avrebbe dovuto – precisa il Segretario del PLI – anziché battersi per cancellare i tagli alla spesa sanitaria, accettare il principio della riduzione degli enormi sprechi a tutti noti, riservando a se stessa, come Ministro, il compito di individuare le aree di inefficienza dove intervenire. Basterebbe riflettere sulla circostanza nota a tutti, che la Sanità privata rappresenta uno dei business più redditizi del Paese, pur rappresentando un costo effettivo per il SSN proporzionalmente  inferiore a quello degli Ospedali pubblici di circa un terzo e, sovente, anche oltre.

I Liberali autentici si attengono ai fatti – conclude Stefano de Luca – le enunciazioni polemiche le lasciano ai sedicenti liberali di tutte le obbedienze”.