La Direzione Nazionale del PLI, riunita il 29 ottobre 2013, ha approvato all’unanimità, la decisione di avviare un percorso federativo con Fare per fermare il declino, Liberali Italiani, Partito Federalista Europeo, Progett’Azione e Uniti verso Nord ponendo come primo obiettivo la costituzione di una lista liberale alle elezioni europee della prossima primavera, collegata all’ALDE, terzo gruppo parlamentare al P.E., nell’intento di allargare l’area liberale e riformatrice, come indicato dal Congresso Nazionale e, recentemente ribadita dal Consiglio Nazionale del Partito.

Ha dato atto al Segretario Nazionale che si tratta di un traguardo notevole per il rilancio del liberalismo in Italia, raggiunto grazie ad una grande perseveranza ed un impegno tenace. Altri movimenti e gruppi sempre più numerosi stanno chiedendo di accodarsi ai partiti fondatori. Pertanto nei prossimi giorni l’alleanza assumerà un profilo più consistente, certamente in grado di diventare punto di attrazione per molte forze disperse, che si sono rifugiate nel non voto, o in quello di protesta e che, comunque non intendono più convergere verso i partiti compromessi con la disastrosa stagione della Seconda Repubblica.

Sul territorio le rappresentanze delle forze che hanno deciso di convergere, dovranno raccordarsi per assumere iniziative illustrative del progetto e raccogliere ulteriori adesioni di carattere locale ed avviare una fase divulgativa dell’iniziativa del mondo liberale italiano.