“La nomina dei due comitati di saggi non fa altro che registrare una situazione di stallo tra le forze politiche. Il possibile terreno di accordo – dichiara Stefano de Luca, Segretario Nazionale del Partito Liberale Italiano – è soltanto quello di una elezione a larga maggioranza del nuovo Capo dello Stato e l’unica personalità che oggi potrebbe raccogliere un ampio consenso è Giorgio Napolitano. Altrimenti – prosegue de Luca – il PD molto probabilmente non resisterebbe alla tentazione di scegliere un nome della propria parte, su cui far convergere alcuni voti grillini. La conseguenza sarebbe una reazione furibonda del PDL, con la quasi certezza di avviarsi verso elezioni a brevissima scadenza. La fragilità dell’Italia nel contesto internazionale e sui mercati finanziari – conclude il Segretario Nazionale del PLI – non consente una simile avventura.”

2 Commenti

Comments are closed.