“La vittoria di Bersani, che, sia pure con un terzo dei voti popolari, è riuscito a conquistare entrambe le presidenze dei due rami del Parlamento, prelude ad un prematuro epilogo della legislatura – afferma Stefano de Luca, Segretario Nazionale del PLI. La chiusura nel recinto del Centro sinistra, infatti, annuncia l’insuccesso quasi certo di un suo eventuale tentativo di formare il Governo, salvo che non pensi di potersi affidare alla compravendita di singoli parlamentari grillini, spaventati di essere immediatamente rimandati a casa. Una tale ipotesi – precisa de Luca – trasformerebbe la politica in una sorta di Grande Fratello, dove predominerebbero personaggi coloriti e privi di cultura identitaria.

Finalmente il PD si spaccherebbe, affrancandosi dal suo passato comunista, ma per trasformarsi in una sorta di neo- berlusconismo di sinistra, che non gioverebbe al ritorno della normalità democratica..

I liberali – conclude il Segretario del PLI –  si augurano che i veti contrapposti all’interno della coalizione di sinistra, non consentano il ripetersi del medesimo schema per l’elezione del Capo dello Stato e che il buon senso conduca alla riconferma di Giorgio Napolitano.”