Di fronte ad una pericolosa deriva verso il definitivo trionfo dell’antipolitica, che punta esclusivamente al  nome dei leader, il Partito liberale ritiene che la vera moralizzazione della politica passi attraverso la riscoperta e il primato dei valori e delle culture identitarie.

Per tale ragione, distinguendosi da una Sinistra, una Destra e un Centro, sostanzialmente identici, che si scontrano soltanto con l’obbiettivo di conquistare il potere, il PLI intende rappresentare un punto di riferimento diverso e alternativo, fondato sulla propria visione del futuro della società italiana.

Pertanto, presenterà le proprie liste al di fuori di ogni alleanza con i principali schieramenti, tutti fondati sull’effimero nuovismo, invece scommettendo  su una proposta di rinnovamento radicale della rappresentanza politica

1 commento

  1. Se sarà così il Partito Liberale Italiano è destinato a rinascere anche magari correndo il rischio, nelle imminenti elezioni, di rimanere fuori dalle “poltrone”, ma con la certezza di diventare punto di riferimento di quanti, nel futuro, volessero fare Politica nell’ambito del Centro-destra italiano.

Comments are closed.