«Smentendo clamorosamente le iniziali aperture verso chi avesse condiviso la sua agenda, Monti si è fatto rinchiudere in un fortino – ha dichiarato il Presidente del Partito Liberale Italiano Enzo Palumbo – trascurando il contributo di partiti e movimenti di area liberale, disponibili a riempire di contenuti le tante riforme promesse e sin qui disattese.

Monti ha così smentito l’originaria impostazione degasperiana, aperta al contributo di cattolici e laici e si è posizionato in un’area che guarda soltanto al Partito Popolare Europeo.

Questa inattesa involuzione rafforza la convinzione del PLI di presentare liste autonome – ha continuato Palumbo – non senza ricercare, in ragione di una vergognosa legge elettorale che penalizza gli esterni alle coalizioni, ogni possibile convergenza coi movimenti di area, per offrire al Paese un’alternativa di riformismo liberale, capace di contrastare il dirigismo statalista, il populismo a buon mercato, i ribellismo antisistema ed il tecnicismo senza anima.

Noi ci alleiamo con gli italiani – ha concluso il Presidente del PLI – perché per i Liberali l’Italia viene prima di tutto.»

8 Commenti

  1. La decisione è segno di coraggio nella misura in cui è fermezza nella risoluzione. L’errore consiste nel concepire la decisione semplicemente come una scelta tra diverse opinioni o soluzioni possibili.
    J. Freund ‘Che cos’è la politica?’,

  2. COMPLIMENTI PRESIDENTE.
    SCEGLIERE GLI ITALIANI NELLA PROSSIMA CONSULTAZIONE ELETTORALE E’ LA SCELTA GIUSTA.
    UN PARTITO LIBERO E LIBERALE E’ QUANTO OGGI CHIEDONO GLI ITALIANI ALLA POLITICA.

  3. Siete sempre un pò troppo precipitosi!ur comprendendo la difficoltà di andare ad elezoni con la legge vigente,dovreste ,prima di innamorarvi nelle prime 24 ore,attendere per meglio analizzare ogni tipo di proposta e conoscere un pochino meglio chi la fa e con quali scopi.Era già successo con l’innamoramento affrettato solo perchè qualcche rappresentante di UDC e FLI erano venuti ad un incontro da Voi organizzato! Ora Vi accorgete che i Montiani non ci vogliono.Credo che sia semplice capire il perchè,altrimenti,anche Casini avrebbe accettato di fare lista unica anche alla Camera come sosteneva Passera,ma llui da buon democristiano vuole tenere la sua autonomia……per poter andare un domani dove lo porta il cuore(cioè il potere).Così faranno,domani,tutti i montiani,e quelli del Fli,Montezzemoliniani e i rimanenti Democristiani.Forse il nostro errore è quello di non aver fatto una vera Costituente Liberale per tempo e,rinunciando qualora fosse stato necessario,al nostro Partito Liberale per formare un nuovo movimento aperto a tulli i Liberali Italiani.Non vorrei che votando Monti mi trovassi in compagnia di Vendola!
    Tanto vale andare da soli,rimanere Liberali Veri e attendere,purtroppo,tempi migliori combattendo dalla nostra trincea.
    Soò che nonè un momento facile,ma cerchiamo di riflettere.Saluti e buon lavoro.Pietro Stella -Mirano- Ve-

  4. Caro PLI,
    eravamo alla ricerca di una casa comune che potesse far uscire il partito dall’isolamento di questi anni….e nella figura di Monti si era speso molto, se non troppo….Le logiche partitiche hanno prevalso su una politica delle persone più che delle idee….
    La chiusura nei confronti del PLI fa ripiombare il partito in un angolo di oscurità dal punto di vista mediatico, non certo dal punto di vista dei valori.
    Spero e mi auguro che un passo avanti si possa fare…..incominciando a dare più spazio e presenza alle realtà territoriali….che sono il primo e vero contatto con i cittadini.
    Un partito senza una base è un partito che poca strada potrà percorrere…..
    Un saluto
    Pli – Comacchio

  5. FINALMENTE IL LIBERALE PALUMBO HA PRESO UNA POSIZIONE LIBERALE NEI CONFRONTI DI ” MISTER TASSE, ERA ORA, MEGLIO TARDI CHE MAI”
    Saluti.

  6. Ci avete messso un po’ troppo tempo ma alla fine avete capito chi è Monti! ! Non vi era bastato che ha portato l’Italia in una crisi senza precedenti distruggendo il settore dell’edilizia ,il valore degli immobili, facendo crollare i consumi ,salvando solo le banche,creando uno stato di polizia.
    cosa vi aspettavate da uno che fa le sue liste insieme a Casini (sic) e Fini (doppio sic.).Cercate l’accordo con Oscar Giannino,
    è l’unica forza veramente liberale (oltre al PLI) presente in questo momento

Comments are closed.