“Il PLI, in controtendenza rispetto alla fredda accoglienza di alcuni commentatori, ha apprezzato la relazione del Presidente della Consob Giuseppe Vegas, che ha sottolineato la necessità di maggiori controlli del settore finanziario. Di fronte ad un mercato di derivati grande 14 volte l’intero capitale borsistico internazionale e 9 volte il pil mondiale, il rischio del collasso dell’economia è molto grave. Spetta quindi ai Liberali di chiedere con forza regole per una maggiore trasparenza, – ha affermato Stefano de Luca Segretario Nazionale del PLI – sia sul piano nazionale che su quello internazionale. In sostanza, si imporrebbe una nuova Bretton Woods per rilanciare l’economia reale, garantendo un progressivo ridimensionamento della pericolosa finanza dei derivati e riprendendo il filo, da troppo tempo interrotto, del confronto sull’opportunità per pervenire ad una moneta unica mondiale, ancorata ad un valore di riferimento.”