“Questa mattina Alberto Musy è stato oggetto di un agguato a Torino. Sono stati sparati cinque colpi di pistola contro il Liberale, giurista e giuslavorista, già candidato Sindaco per il Terzo Polo e Consigliere comunale per la stessa area.

L’attacco è stato per uccidere – sostiene in una nota Stefano de Luca, Segretario Nazionale del PLI – tre colpi lo hanno colpito tra braccio e torace, ma nonostante sia in gravi condizioni sembra possa salvarsi. Di questo ci rallegriamo.

Il PLI, nell’esprimere la sua solidarietà ad Alberto e alla sua famiglia, denuncia la rinnovata esplosione di violenza, le cui vicende in Val di Susa e la violenta protesta degli Anti TAV, sono il terreno di cultura che quasi certamente ha prodotto il folle episodio di violenza.

Lo Stato – conclude de Luca – deve fermamente reagire individuando i colpevoli e chiudendo una pagina di violenza che può avere un effetto a cascata, facendoci tornare indietro ai terribili Anni Settanta.”

2 Commenti

  1. leggo quanto scritto dal segretario del partito in merito al grave fatto di cui è stato oggetto l’amico Alberto Musy. Non è mia intenzione e sopratutto il luogo ed il momento per polemizzare ma, mi chiedo come il segretario possa fare delle affermazioni così perentorie sulle motivazioni dell’accaduto e le intenzioni del “delinquente” quando neanche le forze dell’ordine impegante attivamente possono ipotizzare le motivazioni dell’accaduto. Mi dispace inoltre che il segretario affianchi in questa vicenda il nome di Alberto ai comportamenti violenti della Val di Susa, argomento sul quale Alberto aveva, sì, espresso un parere ma che assolutamente non rientrava nelle sue “battaglie” politiche. Forse sarebbe stato più opportuno in un momento del genere, ma questa è solo una mia personale opinione, esprimere au cari di Alberto tutto l’affetto e la vicinanza del partito senza inoltrarsi in argomenti che forse, e ci auguraiamo, nulla hanno a che fare con quanto successo. Forse sarebbe stato anche questo un segnale per un nuovo modo di fare politica.

Comments are closed.