Improvvisamente è venuto a mancare Gherardo Guazzini, a lungo Consigliere Comunale del PLI ed in passato componente della Direzione Nazionale.

I liberali conserveranno il ricordo della sua passone politica e della sua dedizione al Partito.

15 Commenti

  1. Conoscevo poco e da poco Gherardo. Quanto mi è bastato per comprendere la passione e la vivacità che lo guidavano nelle sue azioni. Aveva ancora tanto da fare… Ho avuto modo di conoscere anche il figlio a cui va il mio pensiero.

  2. Mi hai regalato il piacere della confidenza, dell’ospitalità, della generosità, dell’amicizia fraterna.
    Speranze , progetti, scambi di opinioni e di idee: per telefono,;di persona ; in auto, mentre tu,
    come al solito, guidavi e l’amico seduto accanto ti rispondeva con fiducia e simpatia. E allegria,
    grazie a te ! Quante battute, sulla nostra Italia, sul nostro partito liberale, sulla realtà di tutti i giorni !
    E quante risate, caro Gherardo , con quei tuoi “scatti di passione” ( ha detto proprio bene
    Fabrizia ) . E noi a dirti di stare più tranquillo, di non prendertela troppo; ma era chiaro che
    facevano parte della tua vitalità . Della partecipazione, sì : umana, civile , politica. Che è stata il bello
    della tua bella persona.
    Ti abbraccio, Gherardo carissimo. Con tanto affetto : per te, per Roberta, per tuo figlio; nel ricordo
    di quello che hai saputo realizzare e coltivare.

  3. Ieri ho reso omaggio all’amico fraterno Gherardo vedendo le sue spoglie per l’ultima volta! Il dolore ed il vuoto che mi ha procurato è stato immenso! Il mondo ha perso “qualcosa” di insostituibile! Rimarrà la sua figura per sempre nel mio cuore!

  4. Un amico ci ha lasciato un esempio di lealtà e di come fosse necessario essere uniti per essere forti e liberi. Era una persona libera, liberamente diceva in faccia da persona per bene che era cosa pensava per questo lo stimo e sicuramente molti lo ricorderanno per la sua lealtà….. alla prossima … Ciao Gherado.

  5. Mi mancherà Gherardo ed i suoi scatti di passione. Mi mancheranno le sue battute ironiche e pungenti. Mi mancherà il suo spirito toscanaccio ed ammiccante. Mi mancherà soprattutto l’immensa fiducia che mi concesse due anni fa e che tutt’ora mi onora.
    Arrivederci Gherardo.

  6. Ho appreso solo stamattina che da ieri Gherardo non abita più su questa terra. Insieme abbiamo condiviso battaglie politiche , la campagna elettorale del 2008 lui candidato alla Camera io al Senato nella circoscrizione Toscana percorrendo chilometri partecipando ai dibattiti e nei ritagli affiggendo i manifesti. Abbiamo avuto divergenze politiche ma restava la stima reciproca pur da posizioni differenti. Alla sua splendida famiglia va il mio primo pensiero al comune sentire liberale il secondo. Se è vero che siamo pochui con la sua scomparsa mi sento un pò più solo. Ciao Gherardo. Claudio Gentile.

  7. Non lo conoscevo abbastanza per poter spendere parole sul suo passato. Ma posso sperare e volere che egli sia vivo nelle nostre azioni, nelle nostre parole e nei principi per cui si è battuto e ci batteremo ogni giorno.

  8. La notizia mi rattrista e addolora.Gherardo era un vero uomo libero che credeva nella libertà di tutti gli uomini. Era un interlocutore ed amico. Mancherà a tutti noi, voglio esprimere il mio cordoglio alla famiglia che perde una persona perbene e stimata da tutti quanti.
    Ciao Gherardo.

  9. Con generosità e coraggio si è sempre battuto per un sogno. Un sogno che, credo, tutti noi qui condividiamo. Il sogno di un’Italia più libera e liberale. E’ sotto la sua guida, le sue sollecitazioni e suggerimenti se ho incominciato ad impegnarmi nel PLI. La sua conoscenza mi ha arricchito. In nome dell’integrità non è mai sceso a compromessi. Il suo unico difetto, se di difetto si può parlare, la schiettezza, l’animosità, che altro non erano che il riflesso della sua lealtà. Che riversava, senza timore in impari campagne elettorali. Ed in una politica dominata da ipocriti, vigliacchi, opportunisti che si coprono dietro un dito, questo sì che era un difetto. Un difetto che si paga con l’esclusione e la marginalità. Ma Gherardo lo aveva messo in conto. Non gli interessava. A lui interessava solo essere fedele ai valori che hanno guidato le scelte della sua vita.
    E l’ostinato attaccamento al Partito liberale italiano sta a testimoniarlo.
    Mi mancherà.

  10. Gherardo Guazzini ci ha lasciato ieri all’improvviso. Liberale vero e leale anche nella contrapposizione in cui ci siamo spesso cimentati e fraterno amico nel sorriso e nella stima che non ci siamo mai negati. Ciao Gherardo, ora percorri di certo strade migliori della nostra.

  11. Ho perso prima di tutti UN AMICO e poi un amico liberale come pochi. Ieri quando sono venuto a conoscenza della Sua scomparsa mi sono sentito male tanto era l’affetto che mi legava ad un vero uomo ad un vero liberale. Non posso partecipare ai Suoi funerali ma posso pregare per Lui e per i Suoi cari che amo profondamente. Ciao Gherardo, amico mio. Angelo

  12. Gherardo, vecchio liberale, acceso e verace come pochi, ha sempre reso la sua presenza significativa e questo, in un mondo di yes man, non è poca cosa. Nella terribile solitudine del dolore i LIBERALI TOSCANI esprimono i sensi del più accorato cordoglio.

  13. Mi associo al dolore della famiglia e dei liberali toscani per la dolorosa perdita di Gherardo Guazzini, che ho imparato ad apprezzare nel corso degli ultimi tre anni, nei quali ho avuto occasione di ammirare la sua fede liberale, al di là dei contrasti politici che tra liberali possono sempre esserci. La passione liberale di Gherardo ci mancherà.

Comments are closed.