Il Sen. Enrico Musso, Vicesegretario Nazionale de PLI, turbato, anche come parlamentare genovese, per le notizie apparse sulla stampa, relative ad indagini giudiziarie su oscuri rapporti tra Finmeccanica, alcune società ad essa collegate e settori del mondo politico, plaude all’iniziativa del Presidente del Consiglio di intervenire immediatamente sulla governance. Allo stesso tempo, trattandosi di una delle eccellenze italiane nel Mondo, con importanti ricadute sull’immagine del Paese e sull’ occupazione, ha predisposto una iniziativa legislativa urgente per la costituzione di una Commissione bicamerale d’inchiesta per far luce sulla gestione dell’ intero Gruppo Finmeccanica e sui suoi rapporti col mondo politico e finanziario. Il Segretario Nazionale del PLI, Stefano de Luca, da parte sua, ha commentato: “Il Partito Liberale sosterrà, anche alla Camera dei Deputati ed in tutte  le altre Sedi, l’iniziativa del Sen. Musso, non soltanto per l’importanza di Finmeccanica tra le grandi imprese italiane sulla scena internazionale, ma perché è finalmente venuta l’ora di stroncare definitivamente i rapporti tra amministratori di aziende pubbliche, faccendieri, affaristi e politicanti spregiudicati.”

8 Commenti

  1. Ha sicuramente ragione Renzo quando dice basta alle manfrine di Berlusconi; dopo le dichiarazioni di ieri sera di Berlusconi, nelle quali ha dichiarato che il rapporto con la Lega Nord è saldo, e lui lavorerà nel PDL per rinsaldarlo, anch’io ho dei seri dubbi slla persona, dubbi politici, si intende.
    Il governo Monti va appoggiato, senza se e senza ma, e la Lega va ” isolata ” per questo le dichiarazioni di Berlusconi, fanno ” accaponare la pelle.”
    Non sono però uno chr cambia idea facilmente, quindi continuo a ritenere che l PLI debba, a mio modesto modo di vedere, riconoscersi nella destra liberale e democratica, o meglio, all’estrema sinistra del centro destra; ma dopo le citate dichiarazioni, semplicemente lo schiaramento del centro destra non esiste più; infattii quale credibilità può avere un centro destra che come leader dietro le quinte, ha una persona che mira in futuro ad un’alleanza politica con Bossi, con tutti gli annessi politici che conosciamo?
    Pensiamo al fatto che questo governo, costituisce un baluardo al riparo di un’alleanza PD, Rifondazione Comunista CGIL, alleanza molto dannosa per il Paese, vista soprattutto la grave crisi economica e finanziaria.
    Il governo Monti, difende l’economia e la democrazia quella vera.
    Il PDL ci stà usurpando di una destra liberale e democratica, ad oggi rappresentata solo dal PLI.
    Una destra liberale e democratica, che certo non può riconoscersi nemmeno nel terzo polo, perchè il Terzo Polo, vuole la patrimoniale, mentre il PLI, non può e non deve accettarla; no quindi anche a Casini ed al propbizionista Fini.
    Allora, forse varrebbe la pena di spendere tutte le nostre forze su alcuni obbiettivi economici, come la lotta alla patrimoniale, ed in campo sociale, la depenalizzazione totale delle droghe leggere, ed il loro us terapeutico, nonchè l’istituzione del garante per malati e diversamente abili.
    Importante è anche la sburrocratizzazione della Pubblica Amministazione, che va resa più snella, autenticamente al servizio dei cittadini.
    Saluti.

  2. Prima Galbani e Invernizzi; poi Parmalat e Edison.
    Non è che in Italia ci sia qualcuno che sta facendo di tutto per far passare in mani francesi anche Finmeccanica assieme ad Alitalia?
    A pensare male si fa peccato ma spesse volte ci s’azzecca.
    So che Finmeccanica è legata a forniture militare di tecnologia di prim’ordine ma nulla oggigiorno mi stupirebbe.

  3. Dopo 17 anni di presa per i fondelli da parte di Berlusconi, ricordate? Non c’era anno che diceva: abbasseremo le tasse; ed ultimamente che i conti erano a posto e, realtà o manfrina che fosse, se la prendeva con Tremonti perché non scuciva alcun soldo ai questuanti della spesa pubblica.
    Perdare il senso di cosa intende per nuovo il “governatore PdL” del F-VG Tondo qui riporto una lettera inviata ai giornali locali proprio ieri..
    Oggetto: Circolo Culturale “Majano c’è 159″ (http://www.majano159.it/)
    Così giovani e già marpioni
    Venerdì 25.11.2011 mi sono recato a Majano per ascoltare la presentazione del nuovo Circolo Culturale “Majano c’è 159″ perché nella stessa mattinata avevo letto un annuncio in tal senso.
    Grande la mia sorpresa di trovarmi invece in mezzo ad un “Comitato elettorale” per le prossime elezioni regionali.
    Ho resistito fino a circa 3 minuti dell’intervento di presentazione del “Circolo-Comitato” del suo presidente Sig.ra Alloi.
    Un intervento con tono scialbo, direi notarile, senza alcun pathos o che facesse trasalire alcuna emozione per l’evento.
    Poi me ne sono andato.
    Se questi sono i giovani dubito molto sul futuro che vorranno riservare alla loro comunità.
    Sono giovani già “corrotti” dai vecchi vizi della politica con la p minuscola.
    Presenze pesanti: lo sponsor della Fondazione CRUP il presidente Lionello D’Agostini, padrino il commissario straordinario di Villa Manin Enzo Cainero, padrone il presidente della regione F-VG Renzo Tondo.
    Con ciò penso di aver detto tutto e di più.
    Renzo Riva
    PLI Udine

  4. A RISPOSTA DA QUANTO SCRITTO DA SALVATORE BUCHERI RICORDO CHE OLTRE AD ESSERE IL SIMBOLO DELLA BANDIERA ITALIANA,IL TRICOLORE E’ ANCHE IL SIMBOLO STORICO DELLA “DESTRA LIBERALE E DEMOCRATICA” DELLA QUALE IL PLI NE E’ STORICAMENTE PARTE.
    Saluti.

  5. Benissimo la Commissione d’inchiesta.
    Confesso che sono stupito che c’è ancora qualche amico “liberale” che parla di alleanza con la PDL pseudo rinnovata.
    Mi astengo dall’aggiungere altre riflessioni sul tema in questione, probabilmente non avendo competenze in materia psicologica rischierei di non poter comprendere pulsioni come queste.
    Salvatore Buccheri

  6. Nella vicenda sembra siano coinvolti politici di primo livello di molti partiti, al momento si hanno indiscrezioni non confermate con nomi illustri di PDL e UDC, ma ancora il quadro non è completo. Benissimo quindi un’iniziativa che acceleri qualuque chiarimento, anche per tutelare Finmeccanica come patrimonio dei cittadini.

  7. Giustissimo e sacrosanto appoggiare il nostro vicesegretario, ma mi chiedo: come è possibile questo quando l’UDC, il cui “segretario amministrativo nazionale” è il primo indagato nella presente inchiesta?
    L’UDC è il più grosso partito del terzo polo; ne consegue inevitabilmente, che per esercitare un appoggio credibile al nostro vicesegretario il PLI deve rompere con il terzo polo, ed allearsi con il PDL rinnovato di Alfano, altrimenti sono solo chiacchere, e non potremmo essere pur troppo di nessun aiuto reale all’onorevole Musso.
    E’ a parer mio fondamentale, che il PLI, operi subito questa scelta, che ricompatterebbe su basi nuove tutto il PLI, ridandogli nuovo slancio politico.
    Saluti.

Comments are closed.