“Chi pensava a possibili dimissioni di Berlusconi è un illuso. Berlusconi sopravvive solo nella logica dello scontro frontale. Dal momento che ha un forte sensibilità per la difesa dei propri interessi, ma nessun senso dello Stato e delle Istituzioni, -ha affermato Stefano de Luca, Segretario Nazionale del PLI – non aderirà mai ad una iniziativa di larghe intese.
Vuole soltanto le elezioni anticipate, pronto ad accettare anche una sconfitta ma rimanendo lui il capo della destra.
Un Governo diverso potrà nascere solo se quello attuale verrà sconfitto in Parlamento e sarà possibile raggiungere una maggioranza alternativa alla coalizione Pdl Lega.
Le incognite sono costituite dal numero, ancora incerto, dei fuggiaschi dell’attuale maggioranza e dal consenso di Di Pietro tutt’altro che scontato.”

4 Commenti

  1. Lando ha stra ragione, de Luca E’ FISSATO CON L’ANTIBERLUSCONISMO, SPERAVO DIVERSAMENTE MA MI SBAGLIAVO PER LA LEGALIZZAZIONE DI PROSTITUZIONE E DROGHE LEGGERE, TEMO DOVREMMO ASPETTARE IL NUOVO SEGRETARIO DOPO IL CONGRESSO.
    Io faccio il tifo per Augusto Tagliati.
    FINO AD ALLORA NEL PLI NON CAMBIERA’ NULLA.
    Saluti.

  2. La confusione dell’attuale situazione – a mio avviso – impedisce la previsione di eventi che sono slegati da qualsiasi logica politica.
    Non c’è una logica politica nell’attuale momento del Paese in quanto simo legati ad eventi esogeni (la crisi) e a situazioni interne (Berlusconi ed il suo disperato tentativo di rimanere in qualche modo determinante).
    Tuttavia un dato è certo, una fase disastrosa della storia politica di questa Nazione, durata 17 anni, è esaurita.
    Nell’interesse dell’Italia ci sarebbe di augurarsi un governo tecnico di transizione garantito da una guida di altissimo profilo, ad esempio M. Monti, che possa interloquire in maniera credibile con l’Europa e tranquilizzare i mercati. Rimane comunque possibile – laddove il Parlamento tutto non riesca a trovare una maggioranza vera di “responsabili” – il ricorso ad elezioni anticipate.
    Personalmente ritengo e spero che il Capo dello Stato riesca nell’intento di far ragionare i parlamentari, gran parte dei quali, peraltro, sanno di avere poche o nessuna possibilità di essere rieletti.
    Questo elemento, sono convinto, sarà detereminante per un ipotesi di governo tecnico.
    Salvatore Buccheri

  3. Berlusconi si è invece dimesso. E quanto sopra dichiarato da De Luca dimostra una volta di più quanto l’antiberlusconismo obnubili anche le più illuminate menti politiche. Il PLI non può allinearsi alle ottuse opposizioni preconcette delle sinistre.

Comments are closed.