Sondaggio Politico-Elettorale

Intenzioni di voto per la Camera dei Deputati

Pubblicato il 18/10/2011. Autore: IBS

Criteri seguiti per la formazione del campione:

Tipo di campione: rappresentativo per quote dellíuniverso di riferimento. Criteri di calcolo ed articolazione del campione: campione rappresentativo dellíuniverso di riferimento per sesso e classi di et‡ ed area geografica. Elaborazione dati: ponderazione informatica allíuniverso di riferimento; Criteri di estrazione dei soggetti sottoposti a sondaggio: individuazione di oltre 50.000 soggetti che utilizzano la rete informatica Web tramite metodologia ECAF Errore campionario: ± 3,5%

Metodo di raccolta delle informazioni:

Rilevazione Informatica metodologia ECAF

Numero delle persone interpellate e universo di riferimento:

Popolazione italiana maggiorenne; oltre 50.000 posizioni considerate.

Data in cui Ë stato realizzato il sondaggio:

Tra il 12/10/2011 ed il 17/10/2011

QUESTIONARIO

QUESITO n.1

Domanda : SE DOVESSE VOTARE OGGI, A PRESCINDERE DALLíEFFETTIVA COMPOSIZIONE DELLE COALIZIONI, PER QUALE DI QUESTI PARTITI PENSA DI VOTARE PER LA CAMERA DEI DEPUTATI?.

Risposta: Italia dei valori 6,1% Partito Democratico 26,9% Partito Socialista 0,9% i Verdi 0,6% Movimento 5 Stelle 3,8% Radicali 0,3% Sinistra Ecologica e Libert‡ 8,8% Federazione della Sinistra 1,1% Alleanza per l’Italia 0,8% UDC 6,5% MPA 0,5% Lega Nord 8,1% Il Popolo Della Libert‡ 26,8% La Destra 1,4% Futuro e Libert‡ 3,5% Partito Liberale Italiano 1,1 % SVP 0,5%

CONTRIBUTI CONCLUSIVI

METODOLOGIA Estensione territoriale: intero territorio nazionale Universo di Riferimento: popolazione italiana maggiorenne Tipo di campione: rappresentativo per quote dell’universo di riferimento Criteri di calcolo ed articolazione del campione : campione rappresentativo per classi di et‡ ed area geografica. Errore campionario +- 3,5% Metodo utilizzato: metodologia ECAF intervista telematica su oltre 50.000 campioni. Comitente Collision Soggetti che pubblicano il sondaggio: http://www.antiproibizionisti.eu Data di realizzazione e di campionamento: dal 12-10-2011 al 17-10-201

Tratto da Sondaggi Politico Elettorali

4 Commenti

  1. Questo è certo un segnale molto positivo, anche se il sistema di rilevamento di questa società è un pò diverso dagli altri (in un certo senso migliore dato che il campione è più ampio). L’interesse attorno al PLI si è decisamente riacceso, sta a tutti noi ora alimentarlo lavorando insieme per questo scopo.

  2. Caro MARCO,
    più volte saremo nelle vie e nelle piazze accanto ai cittadini a proporre le nostre ricette liberali per il rilancio del paese tanto più verremo riconosciuti e seguiti per il nostro buon senso e validità di partito politico.
    Mi auguro vivamente di ricominciare presto queste pregevoli iniziative non soltanto con gli altri dirigenti del “PLI” ma sopratutto con i ragazzi della “GLI” che sono la nostra linfa vitale e motore propulsivo.
    Secondo il sondaggio di oggi su “la Repubblica” il PDL ha una percentuale di consensi che scende vertiginosamente dal 37,4 delle politiche del 2008 a quello attuale che li attesterebbe al 26,1.
    Nelle intenzioni di voto circa “il terzo” polo la percentuale dei potenziali consensi li stimerebbe intorno ad un buon 18,9%.
    Nelle tre ipotesi di coalizioni dei tre poli si nota come la loro forza potrebbe essere risolutiva alla stabilità di un ipotetico governo solo nel caso in cui ci fosse una loro presunta alleanza con il centro sinistra per consentirgli di raggiingere un bel 55,4% mentre nel caso opposto si fermerebbe soltanto ad un 47,1.
    Direi che sia lampante che la prospettiva bipartitica è ormai illusoria e conferma nuovamente la crisi del bipolarismo così come lo abbiamo conosciuto.
    Ritengo che sia importante intercettare nuovamente tutti i liberali che da tangentopoli in poi sono fuoriusciti dal PLI per entrare negli ormai obsoleti e stanchi contenitori di voti che abbiamo conosciuto negli ultimi 17 anni e che anno denominato questo arco temporale chiamato “seconda Repubblica”.
    A mio modesto avviso è nostro dovere rialzare in tutta italia le bandiere del partito con sempre più entusiasmo e determinazione affinchè anche tutti i cittadini moderati e sfiduciati possano nuovamente ritrovarsi in un posto dove le loro parole verranno ascoltate e riproposte attraverso un vero e nuovo spirito liberale che sta ritrovando energia propulsiva grazie ai tanti giovani che stanno confluendo da noi.
    IL paese ha voglia di gente nuova, giovane e ben motivata a cui ridare fiducia!!!!.
    E’ mia opinione che il nostro compito sarà quindi dimostrargli, come già stiamo facendo da tempo, che non possono esserci altre possibilità future per un rilancio socio economico del territorio nazionale senza una vera e grande casa “liberale” come lo è sempre stato il PLI.
    Mai come negli ultimi mesi abbiamo dimostrato attraverso una giovane e ben integrata classe dirigenziale politica del nuovo PLI come si possa ridare nuova fiducia alle persone non solo attraverso valide proposte politche ma anche con una reale voglia di promuoverle immediatamente sul territorio nazionale.
    IL futuro compito di chi si propone di fare politca è qello qu ritornare vicino alle persone lavorando e seguendo veramente i loro interessi dimostrandogli che esiste la reale possibilità di avere dei “nuovi rappresentanti” che con forte e giovane energia vitale si impegneranno al vero rilancio del paese sia dal punto di vista socio economicio che etico.
    MI Auguro che siano diversi dagli attuali e dai loro predecessori che hanno dimostrato soltanto un forte attaccamento alle loro poltrone e ai loro egoistici interessi economici.
    Grazie,

    Edoardo de Blasio

  3. alle politiche 2008 e nei sondaggi successivi eravamo allo 0,3%, queso incremento è dovuto ai nostri banchetti per il referendum elettorale che hanno riportato visibilità al PLI

Comments are closed.