“L’appello di Diego della Valle, ancorché condivisibile nel merito, indipendentemente dai toni, rischia di fare il gioco della casta. Sia il PDL che Il PD, – ha affermato Stefano de Luca, Segretario Nazionale del PLI -entrambi contrari al referendum abrogativo della legge elettorale, di fronte all’enorme consenso popolare che ha suscitato, sono fortemente tentati di sciogliere le Camere al più presto, per andare al voto con l’attuale legge elettorale Porcellum. Subordinatamente tali partiti, insieme all’ UDC, sono alla ricerca di un compromesso che consenta rapidamente di modificare la legge elettorale, senza intaccare eccessivamente la sostanza. Sappiano costoro che, come è avvenuto sul referendum per l’energia nucleare, senza un cambiamento sostanziale e in linea con le richieste popolari, la Corte imporrebbe di andare in ogni caso al voto sui quesiti referendari.”