Il PLI, nella mattinata di oggi, ha tenuto, presso la Camera dei Deputati, una conferenza stampa per illustrare le ragioni dell’adesione all’iniziativa referendaria Morrone che tende all’abrogazione della vigente legge elettorale per la riviviscenza di quella precedente.

Alla presenza dell’ On. Arturo Parisi che, in rappresentanza del Comitato Promotore, ha ringraziato il Partito Liberale per l’impegno  preso, il Segretario del PLI Stefano de Luca si è soffermato sulla radicata convinzione, dei liberali, di eliminare l’attuale brutale bipolarismo che prevede la nomina dei parlamentari da parte delle segreterie di partito, espropriando della sovranità gli elettori.

Il Sen. Enrico Musso, ha sottolineato che il cosiddetto Mattarellum, pur con qualche criticità, restituisce agli elettori il diritto di scegliere i propri rappresentanti.

Il Sen. Enzo Palumbo ha ricordato che, attraverso una elaborazione complessa, il PLI è pervenuto alla conclusione che, seguendo la strada referendaria oggi intrapresa, si otterrebbe l’effetto di pervenire ad un maggioritario che garantisca governabilità e stabilità, evitando il rischio del  ripristino di un sistema proporzionale con liste bloccate.