“Come ha confermato la Corte dei Conti, la situazione economica e finanziaria del Paese è molto grave. È pertanto miope l’atteggiamento egoistico delle opposizioni che, – ha affermato Stefano de Luca Segretario Nazionale del PLI – in considerazione dell’attuale debolezza della maggioranza, si rifiutano di contribuire alla rapida approvazione della necessaria manovra ed invocano le elezioni anticipate.

Per il PLI, bisogna responsabilmente anteporre gli interessi nazionali a quelli di parte. Questo non significa un aiuto a Berlusconi, ormai praticamente fuori gioco, ma avere a cuore l’interesse dell’Italia. Solo in seguito le elezioni saranno una necessaria conseguenza.”