“Le polemiche odierne, forse anche a causa della foga della campagna elettorale, rivelano la vera concezione dello Stato che ha Berlusconi, una democrazia proprietaria, una democrazia ri-fondata sulla soggettività del proprietario. Il Premier, – ha affermato il Segretario Nazionale del PLI Stefano de Luca – ignorando i principi costituzionali, ritiene che se vincerà le amministrative potrà annientare il potere della magistratura. Quest’ultima reagisce a sua volta, in modo scomposto tanto da far dubitare seriamente della sua obiettività.

Ha ragione Bossi nel definirsi il vero asse portante del governo, e di questo i Liberali sono allarmati. D’altronde il turpiloquio usato dal capo leghista nei confronti del Presidente della Camera ne rivela il grado di cultura istituzionale.

Il PLI ritiene necessaria una rivoluzione liberale per l’Italia, non soltanto per modernizzare il Paese ma principalmente per ricondurre alla correttezza il linguaggio tra le forze politiche.”

4 Commenti

  1. Forse è il caso di smetterla di comportarsi come Berlusconi e/o la sinistra Vs. Berlusconi, insomma lasciamo lo stadio agli ultras della politica e cerchiamo di parlare d’altro di costruire qualcosa.
    E’ possibile che 9 notizie su 10, anche sul sito del Partito Liberale, riportano il nome di Berlusconi ?
    La storia dice che il Partito Liberale non può stare con questa sinistra, è anche vero che questo centro destra ha intrapreso una strada populista e poco liberale, il 3° Polo è tutto da costruire, allora cominciamo a vedere dentro casa nostra.
    Ricostruire per ripartire.
    Un bel passo indietro non farebbe male.

  2. GRAVISSIMA DIMENTICANZA, TRA I CANDIDATI LIBERALI, STA PLI-PSDI TORINO, LIDOVUTA ALL’ORA TARDA IN CUI LA NOTA E’ STATA SCRITTA E ALLE BIZZE DEL PC: GIULIO RIGOTTI, VICESEGRETARIO REGIONALE E RESP.ORGANIZZATIVO DEL PLI PIEMONTESE. ME NE SCUSO CON LUI E CON TUTTI VOI.
    AD MAJORA!

  3. QUALCHE DIAVOLETTO HA FATTO SALTARE LA FIRMA DEL POST.
    RIMEDIO SUBITO, NON PRIMA, PERO’, DI FARE UN CALOROSO IN BOCCA AL LUPO A TUTTI I CANDIDATI LIBERALI, IN LISTA PER LE AMMINISTRATIVE.

    A TUTTI VOI UN FORTE ABBRACCIO!

    Galgano PALAFERRI
    Coordinatore Nazionale
    Unione per le Libertà
    Membro della Direzione Nazionale del PLI.

  4. Come non condividere queste parole del ns.segretario. Ormai la politica, in Italia si è ridotta ad un misero teatrino, dove l’insulto non serve altro che a coprire la assoluta mancanza d’idee,principi, ideali,la denigrazione dell’avversario l’incapacità di sostenere le proprie ragioni, argomentando. Una volta, i CAVALLI di RAZZA, oggi solo dei politicanti, senza idonea preparazione, a cui importano più interessi di bottega, che non il bene comune. Povera Italia. A noi LIBERALI, a tutti gli UOMINI (ancora) LIBERI, cambiare la rotta. Tra mille difficoltà: economiche, di visibilità. Novelli DAVIDE contro GOLIA, se uniti, compatti e coesi, ce la possiamo fare. Per l’Italia LIBERALE, per l’Italia LIBERA. Per questo, l’unico Voto UTILE, è quello LIBERALE.

    A TORINO, (e in Italia, giova ripeterlo), IL SOLO VOTO UTILE, E’ IL VOTO LIBERALE!

    E sulla scheda, dopo aver crociato ALBERTO MUSY, ns.candidato sindaco, già esponente nazionale della gloriosa Gioventù Liberale, scrivi e fai votare CLAUDIO MARCHESINO, il ns. capolista (Lista PLI-PSDI).
    E alla Circoscrizione UNO (Centro-Corcetta), VOTA PLI-PSDI e scrivi ANDREA REALI (lo puoi votare anche per il comune).
    Altri candidati segnalati da UPL, sempre in Lista PLI-PSDI per il Comune di Torino:
    CARLO ZANGHI, TOMMY FERRERO, MARCO JOUVENAL.

    I LIBERALI sono tornati. Nulla sarà più come prima!

Comments are closed.