Lo spettacolo cui stiamo assistendo è desolante e deprimente.
I maggiori leaders Candidati Sindaco si rincorrono a colpi di fango o di tombini scoperchiati da cui fuoriescono miasmi mediatici in abbondanza.

Questo è il prodotto della totale assenza di idee e ideali per cui battersi, di una ” res publica ” ridotta al rango di arena gladiatoria da Circo Massimo, dove ci si rincorre con catene, mazze ferrate e quant’altro in attesa di evirare il rivale o di squarciagli il petto.

Ecco perchè è quanto mai opportuno che coloro che, pur essendo rari e scomodi attori, ma con una grande tradizione alle spalle, ritornino sulla scena politica milanese per affermare il primato del Buongoverno, delle proposte sensate ed attuabili, del rispetto delle Istituzioni con la ” i ” maiuscola ormai perduto, dei veri ideali che non vengono contrabbandati con le immagini tambureggianti da Supermercato, ma povere di contenuti e del tutto prive di umanità.

3 Commenti

  1. il risultato della politica del fango è sotto gli occhi di tutti. Chi ha sprecato più fatica a gettarne contro l’avversario politico (visto spesso come nemico che mangia i bambini) è stato giustamente punito. La Lega prosegue sulla linea secondo cui la coalizione col Pdl è vincente per merito di Bossi & co. ed è perdente per colpa di Berlusconi & co. Proprio un bel compagno di viaggio, non c’è che dire!

  2. Il risultato ancora più deprimente, io penso sia la naturale conseguenza di una cattiva politica, ci vuole un cambiamento forte, radicale, se vi sta a cuore il cambiamento di questo paese fate tutti un passo indietro.

Comments are closed.