Vent’anni fa, giorno più giorno meno, moriva a Roma Giovanni Malagodi.

Nella generale indifferenza dei mezzi di informazione, vorrei ricordare solo un attimo questo grande italiano, eletto lungamente nella Circoscrizione Milano – Pavia, per anni Segretario e Presidente del Partito Liberale Italiano, Parlamentare, Ministro del Tesoro, Presidente del Senato e milanese d’adozione.

Riporto le sue ultime frasi scritte proprio poco tempo prima di lasciarci :

“ La politica richiede in chi la pratica due qualità : la passione e il discernimento. Senza passione, non si affrontano le battaglie della politica, e soprattutto quelle con se stesso, le battaglie dell’io spirituale contro l’io empirico; dell’interesse generale che vogliamo servire, ciascuno a modo suo, contro l’interesse egoistico di persona o di classe che ci attrae e ci serve. Ma occorre anche il discernimento. Senza di esso non si riconoscono le vie che conducono alla meta – vie piene di buche e di triboli, di errori e di inganni – ma le vie.
Passione e discernimento contro la politica generica e sciamannata.”

Dopo vent’anni questo insegnamento è quanto mai attuale.

Il Responsabile per la Lombardia
Nicola Fortuna