“I sondaggi che indicano il crollo di fiducia nei confronti del Premier evidenziano una realtà indiscutibile. Non è la sinistra, incerta e incapace di fornire una prospettiva credibile, che può produrre un pensiero forte tanto che l’Italia possa avvantaggiarsene. L’Italia, che si é sempre riconosciuta nelle forze di stampo liberal-democratico, – ha affermato il Segretario Nazionale del PLI Stefano de Luca – è alla ricerca di un Polo alternativo sul quale far convergere il consenso che, attualmente, viene meno, in larga misura ai partiti dell’attuale maggioranza ma anche al Pd. La presenza del Partito Liberale nella nuova alleanza di centro è garanzia di crescita e di un successo molto probabile alle elezioni politiche che oramai dovrebbero essere indette al più presto. La legislatura in corso ha esaurito ogni funzione ed ha persoderfinitivamente credibilità.”

4 Commenti

  1. Altro sondaggio: Mannheimer su Corriere della Sera del 24 aprile (pag.9):
    Domanda: Lei preferirebbe.
    a) Berlusconi continui a governare con questo Governo : febbraio 31%, marzo 26%, oggi 22%;
    b) Si formi un altro Governo con a capo Berlusconi: febbraio 3%, marzo 2%, oggi 4%;
    c) si formi un altro Governo con a capo un altro esponente di c.d.: febbraio 7%, marzo 8%, oggi 5%;
    d) si formi un Governo tecnico guidato da una personalità istituzionale: febbraio 19%, marzo 17%, oggi 19%;
    e) si torni alle elezioni: febbraio 30%, marzo 35%, oggi 39%; f) non sa: febbraio 10%, marzo 12%, oggi 11%;
    f) non sa: febbraio 10%, marzo 12%, oggi 11%.
    Penso che, almeno per il momento, possa bastare.

  2. Sondaggio IPSOS realizzato il 18 aprile e pubblicato il 20 aprile sul sito ufficiale della Presidenza del Consiglio (www.sondaggi politico elettorali.it):
    Domanda:
    ha fiducia nel Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi?
    Risposte:
    ha fiducia il 32%,
    non ha fiducia il 66%,
    non sa il 2%.
    Penso che come fonte sia sufficiente, e quindi nessuna superficialità!

  3. Quale scelta politica adottata dal segretario de Luca nel 2008?
    Quella fallimentare di tentare alleanze con TUTTI (e quando dico TUTTI dico TUTTI)?
    O quella che ha mantenuto il PLI nell’oblìo?
    “I sondaggi che indicano il crollo di fiducia nei confronti del Premier evidenziano una realtà indiscutibile”. Ma quali sondaggi? Citate almeno la fonte!

    Che approssimazione e superficialità signori miei!

  4. La scelta politica adottata dal segretario de Luca nel 2008 si è dimostrata lungimirante. Il coraggio è stato premiato dai fatti. E questo è quanto dovrebbe bastare ad un liberalismo empirico di matrice anglosassone. Mi si permetta di espriemre, comunque, qualche perplessità sull’opportunità di andare al voto con questa pessima legge elettorale che rischia in Senato di non garantire quella governabilità che oggi manca e di cui l’Italia ha urgentemente bisogno. Sognare di metterci d’accordo per una sua riforma condivisa, stante l’attuale clima politico è pura utopia, ma dare il tempo per arrivare ad un referendum abrogativo che ci consenta almeno di recuperare la vecchia legge elettorale, la meno peggio, come già indicato pochi giorni orsono su questo stesso sito, mi pare un obiettivo alla portata di un cosidetto governo di decantazione.

Comments are closed.