La Direzione Nazionale del PLI nella odierna riunione ha deciso di avviare senza indugio e fin da subito la raccolte delle firme per la presentazione della lista alle elezioni europee 2008. 

Ha, inoltre, nominato un Comitato Nazionale presieduto da Angelo Caniglia e composto da Roberto Petrassi, Gherardo Guazzini, Diego Di Pierro per l’organizzazione della raccolte delle firme. Il Comitato, immediatamente operativo, invita tutte le Direzioni Periferiche del PLI a nominare i responsabili regionali, provinciali, comunali del territorio e a comunicare i nominativi alla Segreteria Nazionale del PLI ovvero informando la redazione del sito del PLI.

Poiché l’iniziativa costituisce uno sforzo organizzativo enorme tutti coloro che intendono rendersi disponibili sono pregati di comunicarlo quanto prima ai dirigenti e agli organi preposti e indicati dal partito.

La Direzione Nazionale del PLI convoca per il 12-13 dicembre 2008 il Consiglio Nazionale e una Conferenza organizzativa dei quadri dirigenti del partito con il seguente ordine del giorno: 

ELEZIONI EUROPEE

15 Commenti

  1. Il Ministro Alfano ha delegato la riforma degli ordini prof. Forense al Consiglio Nazionale Forense (!),risultato:
    – divieto di sostenre l’esame per chi ha compiuto + di 40 anni;
    – abolizione dei codici commentati in sede d’esame (l’unico stumento di un avvocato in studio!!!)
    – patrocinio autonomo per i praticanti (l’unica fonte di sostentamento) per non più di tre anni: hanno paura dei competitor (!) – w il libero mercato.
    – dimostrare un reddito minimo pena la cancellazione dall’Albo (ma è costituzionale?)….etc etc
    domanda, ma questo governo cosa ha di LIBERALE al di là delle profezie di sventura del tremonti ?- pseudoliberale con l’orizzonte statalista e , forse, con declino comunista….
    In Italia NON si parla più di liberalizzazioni questo è il punto. Le uniche Liber. devono riguardare o gli operai oppure l’orto del vicino!
    Però poi ci stupiamo di come l’America continui a stupire….siamo tutti amercani….ma, però, ma, però, ma, però ….. non siamo un’altra cosa

    LIBERISMO, SEMPRE, COMUNQUE, OVUNQUE

  2. Bravo Marco, finalmente qualcuno in tema e con buona volontà. Io però vorrei sapere per CHI e per CHE COSA ci batteremo. Continuo a sperare fino al prossimo consiglio nazionale, poi non so.

  3. Pubblicate “in fretta” i moduli per le raccolte firme che a Brescia e Provincia siamo pronti. Buon lavoro…. grazie di tutto.

  4. Per carità! Cos’ha di liberale Villari?
    Va bene cercare di ottenere visibilità, ma non fine a se stessa, od, anzi, che ci snaturi.

  5. Ma per l’amor di Dio! Villari ha beneficiato di qualche intrigo sottobanco (dei daleminai e di Bocchino, suppongo) e ora non schioderà dalla cadrega nemmeno a calci… giusto un tizio del genere ci manca, per vivificare l’immagine del PLI…

  6. MIO MALGRADO PROSEGUO NEL FUORI TEMA

    solo per dire che il mastelliano Villari lasciamolo coi suoi simili, per carità.
    Se lui dovesse essere il nostro uomo immagine, la nostra sarebbe una ben penosa immagine…

  7. Interessanti le proposte sull’abolizione degli ordini professionali e su Villari: sono favorevole ad entrambe, almeno in linea teorica, e penso che meriterebbero una ampia ed approfondita discussione… ma forse non è questa le sede più adatta! Forse qui sarebbe il caso di concentrarsi solo sugli aspetti operativi della raccolta-firme.

  8. Un’idea da realizzarsi subito, battere cioè il ferro fin che è caldo, altrimenti non ha senso, l’idea è questa, che il PLI offra a Villeri la tessera del PLI, Lui adesso è senza partito, espulso dal PD per questo, se lui accettasse sarebbe un ottimo spunto per il PLI, ” e sicuramente un’ottima occasione per avere visibilità mediatica da parte del PLI, un’ occasione da non perdere assolutamente”.
    Voi che ne pensate?
    Auguri a Villeri al quale va tutto il mio sostegno.

  9. SUBITO.
    DA ISCRITTO AD UN ORDINE PROFESSIONALE, PROPORREI ANCHE L’ABOLIZIONE DEGLI ORDINI PROFESSIONALI.

  10. Abolire L’esame di Stato per accedere alle professioni.
    Lo Stato oggi è assai impocrita.
    Chi è disponibile a promuovere un Referendum abrogativo!!!!

Comments are closed.