Cari amici del Partito Liberale Italiano, cari simpatizzanti del PLI,

Su proposta del Segretario politico Stefano De Luca sono stato incaricato di occuparmi del sito del partito, dare nuove regole e aprire un dibattito politico.

Prima regola. Questo non è un blog, non è un luogo senza patria della cosiddetta “blogosfera” dove chiunque appende commenti anonimi, occasionalmente insulta, attacca sotto pseudonimo e resta nell’ombra, ma è lo strumento di comunicazione e dibattito fra gli iscritti e, entro limiti precisi, simpatizzanti non iscritti del PLI.

E’ cioè l’organo del partito. amministrato dalla dirigenza eletta dal Congresso.

2 – Sono proibiti tutti i nicknames. Ognuno firma con il proprio nome e cognome, specificando se è un iscritto del PLI o un simpatizzante. Su mia richiesta fornirà al mio indirizzo privato le generalità controllabili.

La mia e-mail è: p.guzzanti@mclink.it.  Si tratta di un indirizzo privato, ma aperto a tutti.

3 – Non saranno pubblicati articoli, note, risposte, di tenore offensivo, aggressivo nei confronti degli organi eletti e di altri iscritti al partito, siano di maggioranza o di minoranza, di destra o di sinistra. Il rispetto è una regola tassativa.

4 – Non è consentito il battibecco insultante fra due o più partecipanti che si offendono fra di loro. Non è consentito inoltre passare da un topic ad altri topic come può accadere in una conversazione privata. Chi vuole creare un nuovo topic può chiederlo introducendo un nuovo argomento.

Sono perfettamente consapevole che queste semplici regole di buone creanze, stile di discussione e rispetto provocheranno anche alcune reazioni aggressive. Ci sono abituato. Dopo aver gestito per anni una mailing list  (“Rivoluzione dei nuovi liberali”), dal 2006 gestisco il mio blog “Rivoluzione Italiana” (www.paologuzzanti.it) che considero ed è considerato un gioiello fra i blog politici: chi lo conosce o lo frequenta sa che ho praticato senza alcuna esitazione una politica drastica di allontanamento di tutti coloro che non seguivano le regole del rispetto reciproco ed oggi “Rivoluzione Italiana” è un sito liberale cui partecia gente di destra e di sinistra, per lo più liberali o simpatizzanti, ma anche persone di altra opinione, tutti accomunati dall’adesione a una regola semplice: è auspicato lo scontro alto e forte, anche durissimo, sulle idee; ma è garantito il rispetto sacrale delle persone, dell’identità, della storia personale.

Comincerò dunque oggi stesso col censurare una manciata di immondizie che ho trovato stamattina, 7 giugno 2010, aprendo il sito, di persone che non hanno una minima idea delle regole. Il che è comprensibile visto che le nuove regole vengono espresso qui ora per la prima volta. Ma capiranno immediatamente il cambio di stile vedendo che non è consentito lo stile insultante e aggressivo con cui abitualmente si esprimono.

Ultima nota: il sito NON è aperto agli espulsi e a coloro che hanno dato le dimissioni dal partito, a meno che non producano una nuova richiesta di adesione alla dirigenza legittimamente eletta, rinunciando a delegittimare il Congresso e i suoi deliberati.

Sono sicuro che i più trarranno un sospiro di sollievo e pochi si arrabbieranno.

Ma il nuovo stile comincia da oggi e sono sicuro che il mondo liberale, e non soltanto il Partito, ne guadagnerà perché fra iscritti e simpatizzanti esiste una platea di idee, di proposte, di critiche, che costituiscono il valore aggiunto della nostra comune politica liberale.

Un grazie a tutti e buon lavoro.

Le porte del sito, rispettando le regole, sono spalancate.

Paolo Guzzanti, deputato del PLI

38 Commenti

  1. Alessandro Traversa
    iscritto
    ottimo regolamento, cordiali saluti dall’oltrepò

  2. messaggio personale
    ho un’importante argomento sulla sanità da poter sfruttare, nell’immediato, per avere un gran risalto politico su tutto il territorio della provincia di Viterbo.
    non sottovaluti l’appello, qui c’è un bisogno immediato di far sentire la voce e l’azione liberale.
    questo non è certo il luogo più opportuno per sottoporle la cosa, le chiedo di indicarmi dove poter contattare o Lei o altri per valutare l’opportunità.
    mi scusi l’irruenza ma ho una gran voglia di vedere il PLI in battaglia.
    grazie

  3. Felice di aderire a questa nuova iniziativa che darà modo di divulgare lo stile liberale del confronto politico duro ma sempre dentro quelle necessarie regole di civiltà,che non piacciono a chi non ha niente da dire ma soprattutto non sa neppure ascoltare, per una crescita vera delle idee e delle coscienze.
    Un cordiale in bocca a lupo a Lei e un grazie per l’impegno che si è assunto per tutti noi, anime liberali.
    Renato Rivelli
    simpatizzante Radical-Liberale
    (non pubblico i dati personali, che già precedentemente ho inviato all’on. Guzzanti, perchè esperienze negative precedenti, scusatemi)

    GUZZ – GRAZIE A TE CARO RIVELLI, i dati personali non servono. Basta il vero nome per una questione di stile liberale. Grazie di cuore.

  4. Paolo eccomi quà, mi piacciono le regole che hai dato a questo blog, anche se forse qualcuno di là amava esprimersi più liberamente. Io preferisco queste regole e quindi via col nuovo impegno. Bentrovati a tutti anche quì e chissà che un giorno non prenda la tessera del PLI, sarebbe da ridere, per me, che avevo Papà che era del PLI e che me ne andai da casa a 18 anni perchè c’era conflitto piuttosto duro con lui.
    In bocca al lupo.
    Alberto Barsi

  5. Per farLe i migliori auguri per la nuova incombenza, dedicherò a questo spazio, al Partito Liberale Italiano, e a tutti i partecipanti questa vecchia romanza ottocentesca, del Tosti:

    “In Te rapito al suon della Tua voce
    lungamente sognai
    e della terra ogni affanno
    ogni croce,
    in quel giorno scordai…
    Torna, caro Ideal,
    torna un istante a sorridermi ancora
    e a me risplenderà nel Tuo sembiante
    una novella Aurora…
    una novella Aurora…”

    Chè di vecchi, cari ideali luminosi, c’è molto bisogno, in questi tempi opachi.

    GUZZ – GENTILE SIGNORA DEL GUERCIO, che piacere leggerla: Lei è fra i più recenti iscritti al PLI, pur provenendo da una lunga e onorevole storia politica che viene da altri lidi. Il “caro ideal” è, anche grazie a lei e alle persone generose come lei, ben vivo. Grazie e un forte abbraccio, di tutto cuore.

  6. Come ho letto sul blog di questa iniziativa non potevo che aderire immediatamente.

    Non ho rinnovato la tessera del PLI per l’anno 2010 e mi riprometto di farlo al più presto. Felice che ti sia stato affidato questo compito, sono certo che lo farai nel migliore dei modi, per questo ti faccio di cuore un grande in bocca al lupo!!

    Gianluca

    GUZZ – GRAZIE! Spero di vederti.

  7. Gentile On. Guzzanti, sono lieto che il sito abbia un regolamento conforme alla generale netiquette.
    Apprezzo soprattutto il punto 4, che mira a soffocare una vera e propria piaga dei forum.
    Compito gravoso, le auguro di portarlo avanti al meglio.
    Io sono membro della GLI e, per quanto riguarda il PLI, sono in fase di rinnovo tessera – quindi, qualora avesse bisogno, le darò volentieri le generalità di cui sopra.

    Per chi mi conosce tramite “forum”, sono Luca 1980.

  8. Io sono iscritta e riconfermo. Gentile Onorevole spero, con l’aiuto di Carlo d’Emilio, di impostare al più presto un minimo organico sul territorio Abruzzo, per invitarla a conversare con sempre più persone sul territorio.
    A presto
    Fabiana

    GUZZ – EVVIVA, cara Fabiana. Appena sarai pronta organizziamo insieme una festa liberale abruzzese. Un caro saluto.

  9. Mi adeguo ma non comprendo, non comprendo perchè i dati personali degli iscritti con regolare tessera, spedita a casa, e quindi con relativo indirizzo conosciuto dalla segreteria,devono essere messi sul Web.
    Giusta la firma, ma per l’indirizzo, avrei qualche dubbio.
    Lo dico con molto rispetto, ed aspetto cortese risposta.
    Ovvio che per i non iscritti il discorso cambia.
    Saluti.
    Luigi Gani.
    Iscritto PLI.

    GUZZ – CARO GANI, c’è un equivoco e me ne scuso se l’ho provocato io.
    Ho detto che coloro che nascondono qui sul sito del partito la propria identità con un nick (vietato in linea di massima) e ritengono di dover seguitare a farlo per motivi che ritengono giusti (ma a me incomprensibili) sono pregati di rivelare a me la loro identità sulla mia personale e-mail che non è affatto “il Web”, ma un ben protetto indirizzo di posta.
    Nessuno deve spiattellare qui sul sito altri dati che non siano il vero nome e il vero cognome, come si usa fare fra persone normali. Grazie.

  10. Sono stato iscritto al PLI dal 1963 al 1987, dove sono stato anche più volte consigliere nazionale. Oggi non credo di poter essere definito un simpatizzante, ma solo un osservatore curioso e interessato.
    Questa iniziativa mi sembra meritevole di essere seguita.
    Buon lavoro, Guzzanti: leggerò tutto con attenzione

    GUEE – GRAZIE caro Martinuzzi, io spero proprio che dopo un po’ non possa resistere e venga, torni con noi.

  11. Caro Guzzanti, il mio nome è quello che ho sempre usato come nick in tutti i siti: GAETANO CRISCENTI.
    La mia mail e altri indirizzi ti sono già noti e per ragioni di riservatezza – la rete è fonte inesauribile per gente che si diverte a fare brutti scherzi con i dati personali – non li metterò in pubblico: l’ho già fatto una volta e male me ne colse!
    Sono un neoacquisto del PLI.
    A Modica (RG)

  12. Caro Paolo, Caro Stefano,
    di solito quando scrivo ed intervengo io (“più di quanto parli”.. come avete avuto modo di dirmi nell’ultima DN) c’è sempre qualcuno che si arrabbia.
    Anche stavolta sarà lo stesso.
    Finalmente (in netiquette: FINALMENTE) abbiamo tirato fuori le “cosiddette”. Era un anno che lo dicevo!
    Quando un giardiniere vede una pianta che si va rinsecchendo la prima cosa che fa è tagliare le foglie malate, sperando che quelle sane possano ricrescere e germogliare.
    Il PLI, da quando lo conosco io, anzichè essere un ambiente utilie a far crescere una nuova generazione di liberali italiani è stato un coacervo di veleni ed insulti reciproci (e di schiaffi, e di polizia, etc ).
    Le nostre scenate interne ci hanno impedito di pensare e lavorare per l’unica cosa che vale la pena di fare ora in Italia: costruire un’alternativa di gente nuova, perbene, affiatata ed impégnàta a rifare l’Italia dalle fondamenta.
    Certe nostre liti sono state strumentali, volute, decisamente volute per non farci crescere, per farci rimanere al palo, divisi, deboli.
    FINALMENTE si è posto un limite serio. Una legge normante. Una “rule of law”.
    Nel PLI che vogliamo non c’è posto per maldicenti, malpensanti e malfacenti.
    Deve essere il posto invece per chi vuol dire e fare qualcosa di liberale in spirito di amicizia e con atteggiamento costruttivo. Per attirare altri amici e simpatizzanti costruttivi e pronti a dedicarsi con parte delle proprie risorse di tempo, creatività e denaro (si, anche il denaro).
    Se deve esserci un momento preciso di rinascimento, beh questo è appena iniziato.
    Dei polemici per professione, dei malatti di dimissionismo cronico, dei presenzialisti velleitari, dei “zompafossi” e dei traditori in questo PLI non ne abbiamo proprio bisogno.
    Il panorama politico italiano è così pieno di movimenti politici adatti al loro stile e alle loro facezie.
    Si iscrivino lì. Auguriamo loro tutto il bene possibile.
    Ma ci lascino lavorare in pace.
    Grazie Paolo e grazie Stefano del coraggio dimostrato.

  13. Desidero chiarire personalmente per avitare ogni equivoco: non ho ringraziato Augusto Tagliati, perchè non mi sembrava assolutamente necessario, in quanto nulla è cambiato rispetto al passato ed al suo ruolo nel Partito e nel sito. L’unica novità, per quanto rilevante, è che Paolo Guzzanti, nella sua qualità di Vice-segretario del PLI, ha assunto la responsabilità politica del Sito stesso e, soprattutto, come ha già cominciato a fare, ha garantito il suo personale, non indifferente apporto, oltre alla responsabilità per quanto dovesse transitare in rete attraverso la Sede Nazionale. L’amico Tagliati continuerà a collaborare e sono sicuro che la sua esperienza tecnica ed il suo attaccamento al PLI avranno modo di confermarsi ulteriormente. Di questo lo ringrazio anticipatamente.

  14. Un sincero ringraziamento all’On. Guzzanti per il tempo e le energie che dedicherà a tutelare il sito del nostro Partito dalle cadute di stile che troppo spesso abbiamo osservato in passato. Gli auguro molte occasioni da tutore e pochissime da censore.

    Con stima,

    Mario Trabucco
    PLI Palermo
    Responsabile Dip. Cultura GLI Sicilia
    mtrabucco@infinito.it
    http://mariotrabucco.net

  15. Iscritto PLI, Luigi Gani, Monfalcone. luigi.g@tele2.it.
    Chiedo cortesemente a che punto sia la legge sulla legalizzazione della prostituzione.
    Saluti.
    Luigi Gani.

    GUZZ – CARO GANI, quel progetto è stato annunciato in Consiglio Nazionale ma non mi è stato ancora dato.
    Mi riservo naturalmente di valutarlo di proporre eventuali modifiche.
    Sia detto in modo bonario: ho scelto di offrire il mio mandato parlamentare al mio partito, ma non voglio fare la cassetta postale. In linea di principio la questione mi trova freddo per motivi liberali: penso che chiunque, purché maggiorenne e libero di farlo, possa affittare le proprie prestazioni fisiche senza alcun altro limite che gli attuali articoli del codice penale.
    Quindi aspetto di leggere bene che cosa si intende per “legalizzazione”. Io sono ferocemente contrario alle schedature di chi si prostituisce e di chi parla con questa gente, finché non si commettono altri reati, ad esempio adescamento. Se poi si tratta di prostituzione in luoghi chiusi fatti da cooperative di donne come accadde a Pordenone, per me va benissimo. Ma il principio che vorrei far passare è che ognuno col proprio corpo fa quel che vuole, fatti salvi i pricinipi igienici, medici eccetera.

  16. ClaudioGentile-ow@libero.it
    Via di san quirico 288 50013 campi bisenzio
    (fi) cell.3889261575

    Grazie ad Augusto Tagliati per il lavoro svolto , Grazie all ‘ ON Guzzanti che ne prosegue la fatica , auspicando , come chiesto al Consiglio Nazionale che di ogni votazione iniziativa , intervento parlamentare ci dia nota attraverso questo strumento formidabile. Claudio Gentile Consigliere Nazionale del PLI .

    GUZZ – CARO CLAUDIO, il carissimo Augusto Tagliati è ancora ingaggiato e perseguitato da me che gli chiedo aiuti e consigli. E’ indispensabile e anch’io approfitto per salutarlo e ringraziarlo.

  17. Caro Paolo,
    allora sei sceso in banchina?
    Riprendiamo immediatamente la forma che il luogo ci impone.
    Caro On. Guzzanti,
    sono al suo fianco in questa nuova avventura, cercando di essere sempre l’occhio distaccato e oggettivo, che la mia postazione di vedetta sulla coffa di maestra, mi permette di avere.
    Ottimo il regolamento, adesso quello che Le, e ci, spetta è forse quello più gravoso: riempire il contenitore di contenuti.
    AugurarLe un buon lavoro è il minimo che retoricamente posso farLe, ma sinceramente La ringrazio e Le auguro un grosso “in bocca al lupo”.

    Giuseppe STELLA
    Segreteria Regionale PLI Sicilia
    giustella@tiscali.it
    Star Joe (per completezza non potevo omettere in mio nik)

    GUZZ – MIO CARO STAR JOE, a te come sempre la coffa.

  18. Anch’io vorrei ringraziare Augusto Tagliati per il lavoro svolto fino ad oggi, augurandomi che il suo prezioso contributo prosegua nei modi che saranno ritenuti più opportuni.
    Nella speranza che il clima da “blocco navale” faccia spazio in tempi brevi a quello decisamente più gradevole del dibattito politico, buon lavoro all’on. Guzzanti ed al resto della dirigenza.

    Alberto Lopez iscritto PLI

    alias Al liberal nel Forum.

  19. Faccio i miei migliori auguri a Paolo Guzzanti per il suo nuovo impegno di moderatore del forum.
    Per non mancare di rispetto a nessuno, vorrei però sapere se Augusto Tagliati è ancora l’amministratore del sito. Se così fosse, auguro ad entrambi una proficua collaborazione, se invece così non è, lo ringrazio per il notevole impegno profuso nella costruzione del sito e, più in generale, per il partito.

    Gaetano Rossi
    Thiene (VI) – tel.3405934696
    Iscritto PLI
    e-mail: gaetano_rs70@yahoo.it
    nick nel forum: Gaetano… Se si può cambiare in Gaetano Rossi, tanto meglio!
    Altrimenti fa lo stesso.

  20. Accetto le regole, dopotutto mi sono sempre firmato col mio nome e cognome. Facciamo crescere questo PLI!
    Stefano Angeli, segretario comunale del PLI di Cesena
    stangeli@libero.it

  21. Sono iscritto al forum del sito con un nick. Cosa devo fare per adeguarmi alle nuove regole del sito? devo iscrivermi nuovamente usando nome e cognome oppure preferite modificare il mio nick per evitare problemi di multiaccount?
    Pasquale Rinaldi
    padrums.rinaldi@libero.it
    Bologna
    Simpatizzante PDL

    GUZZ – GRAZIE DELLA SUA LEALTà. Facciamo così: lei può inviarmi personalmente il suo nick così resterà riservato. La mia mail è nella mia lettera.

  22. Livio Teseo Operamolla
    Coordinatore Provinciale Barletta-Andria-Trani
    Candidato alle Elezioni Regionali Puglia 2010
    livio.operamolla@alice.it

    Concordo pienamente su tutti i punti tranne uno, quello sulla esclusione dal sito di chi è stato espulso o si è dimesso dal partito: ritengo che, purchè fornito in maniera civile, anche il loro contributo possa essere costruttivo.
    Buon lavoro a tutti

    GUZZ – VA BENE, CARO LIVIO. Vediamo di che si tratta: i commenti che ho trovato stamattina sembravano poco rispettosi. Ma sono d’accordo sull’opportunità di provare. Grazie.

  23. Agazio Furina
    Membro del Consiglio Nazionale del P.L.I.
    e-mail:agaziofurina@gmail.com
    tel.3290118590 residente Nettuno (RM)

  24. Caro Paolo,
    sono certo che con la Tua gestione il sito del Partito sarà una bella palestra per le idee e contribuirà a fare crescere il PLI nelle menti e nei cuori di iscritti e simpatizzanti.
    Il regolamento con cui hai iniziato il Tuo compito mi sembra dettato dal buon senso, mette fine alle noiose ed inutili polemiche sulle persone, e potrà dare vita ad una vivace dialettica sulle proposte politiche, nel solco della linea dettata dal Congresso e dal Consiglio Nazionale.
    Chi ben inizia è alla metà dell’opra!

  25. Caro Paolo, voglio ringraziarti per l’ulteriore, gravoso impegno che, sempre col sorriso sulle labbra,hai accettato di assumerti. Ti sono anche grato perchè, generosamente, ti sei fatto carico in prima persona di annunciare le nuove regole del Sito del PLI. Devo tuttavia lealmente dare atto che abbiamo concordato insieme ogni cosa e che quindi doverosamente mi prenderò la mia parte di insulti, e ne sono lieto. La partita politica che stiamo giocando è troppo seria e difficile per consentire le licenze poetiche, o meglio prosaiche, che sono state tollerate fino ad oggi. La sinistra italiana balbetta o emette muggiti, come quelli di DiPietro, la destra, salvo che per il minaccioso ringhiare di Bossi, non esite, se non come gregge ubbidiente ad un uomo solo al comando. Non oso immaginare cosa potrebbe accadere se improvvisamente quest’ultimo decidesse di ritirarsi o, comunque, venisse a mancare. Noi abbiamo il dovere di costruire l’alternativa liberale, che, anche se continuerà ad essere oscurata dai media asserviti, non potrà non avere, in un domani che mi appare prossimo, il rilievo che merita. Oggi abbiamo solo questo Sito per parlare. Quindi esso non può essere luogo di chiacchere miserabili ed inutili, ma la voce ufficiale dei liberali organizzati nel PLI.
    Come è ovvio, assicurandoti la mia collaborazione, ti auguro buon lavoro.

  26. Accidenti……
    ma qui posso ancora chiamarti “comandante” o GUZZ?
    😉
    Enzo Lombardo
    enzo.l@katamail.com
    Catania
    Consigliere Nazionale PLI e mozzo di sentina della nave corsara liberale.

    GUZZ – ENZO, MI SEMBRA di sorvegliare un blocco navale, ma vorrei invece far progredire il blog, non il blocco, insomma il sito. Conto su di te.

  27. Caro Paolo, buongiorno,
    condivido l’impostazione che hai dato al sito del Partito, tra l’altro la forma produce sostanza ed il rispetto delle regole nelle relazioni è fondamentale in un consesso realmente democratico.
    buon lavoro
    salvatore buccheri

    • Caro Salvatore,
      leggerti è sempre un grande piacere. Ricorda che ho bisogno di te. Lanciamo insieme temi alti.
      Un abbraccio. Paolo

  28. Claudio Ferrante
    segretario regionale GLI Sicilia
    e-mail: claferrante@hotmail.it
    tel: 3288191080
    Grazie anticipatamente per il lavoro che svolgerà!

    GUZZ – GRAZIE caro Claudio, devo dire che il benvenuto è corale e veramente entusiasmante. Auguri anche a te.

  29. Mi iscrivo immediatamente ed accetto volentieri le nuove regole.
    Marco Marucco
    e-mail: maruccomarco@libero.it
    338-9317704
    0521-994904
    via Colombi Guidotti 14 43126 Parma PR
    segretario politico regionale emiliano-romagnolo PLI

    GUZZ – GRAZIE, caro Marucco. Sono sicuro che il tuo esempio sarà seguito da tutti gli amici liberali, i quali vogliomno vedere il sangue delle idee e non gli sputi degli agitati. Sono a tua disposizione.

Comments are closed.