Il Segretario Nazionale,
Ai componenti della Direzione Nazionale del PLI:

Mauro Anetrini, Mauro Antonetti, Antonietta Brancati, Salvatore Buccheri, Giuseppe Carrieri, Alessandro Dalla Via, Calogero Lo Castro, Pietro Paganini, Galgano Palaferri, Francesco Sisca, Augusto Tagliati.
Carla Martino, Carlo Scognamiglio Pasini, Enzo Palumbo, Stefano de Luca, Paolo Guzzanti, Mario Caputi, Stefano Maffei, Guido D’Amico.

Cari Amici,

Mercoledì 21 aprile 2010, alle ore 15.00 è convocata la Direzione Nazionale presso la Sala Poli- Via Poli,13  – Roma ,  con il seguente ordine del giorno:

  • – Esame situazione politica
  • – Tesseramento
  • – Nuova sede nazionale
  • – Costituzione componente Gruppo Parlamentare
  • – Incarichi
  • – Convocazione Consiglio Nazionale
  • – Varie ed eventuali

PregandoVi  di non mancare,invio molti cordiali saluti.

Stefano de Luca

4 Commenti

  1. Cari amici della Direz naz,
    in occasione del prossimo CN, vorrei chiedere di inserire all’o.d.g questa mia proposta:
    – utilizzare come inno del partito la canzone “io canterò politico” di Bruno Lauzi, grande cantautore e liberale da e per sempre.
    Grazie

  2. Finalmente la costituente parlamentare, dal punto di vista partitico, la cosa più importante che il PLI possa fare.
    Questa è politica di rappresentanza.
    Poi potremmo affrontare problemi economici e di agricoltura, nonchè diritti del cittadino, giustizia, sfoltimento della burrocrazia etc… .
    Ma in merito all’agricoltura, è importante bloccare il provvedimento sulla caccia relativo all’emendamento 38, passato ieri in commissione agricoltura della Camera.
    Guzzanti potrebbe proporrre eccezione di costituzionalità, in quanto violazione della proprietà privata, e non conforme alle norme europee sulla regolamentazione venatoria.
    Come si può evigere facilmente, ci sono argomenti più importanti anche delle recenti elezioni regionali, che riguardano tutta Italia, nonchè il rispetto di norme europee e di proprietà in generale.
    Poi, se disgraziatamente la norma dovesse passare alla Camera in sede di votazione finale, assieme ad ambientalisti ed agricoltori, il PLI potrebbe mobilitarsi per il referendum abbrogativo.
    Un’ultima cosa, sicuramente la più importante, io stò con il PLI, tutto intero, che non deve subire divisioni, ma essere straordinariamente unito, per questo motivo ritengo, che ripartire dai temi economici e dei diritti del cittadino, nonchè di sburrocratizzazione della macchina amministrativa, rispetto ai temi più propriamente politici, favorisca l’unità, nonchè arricchisca la dialettica interna nel PLI.
    Arricchire la dialettica interna nella chiarezza e nella coesione del PLI, è la vera sfida politica, poi secondo me potremo affrontare meglio tutti gli altri temi.
    Saluti.

  3. Per togliere ogni dubbio io sto con Stefano Deluca e con chi come lui lavora giornalmente per la crescita del partito.

Comments are closed.