Il Segretario Nazionale,
Ai componenti della Direzione Nazionale del PLI:

Mauro Anetrini, Mauro Antonetti, Antonietta Brancati, Salvatore Buccheri, Giuseppe Carrieri, Alessandro Dalla Via, Calogero Lo Castro, Pietro Paganini, Galgano Palaferri, Francesco Sisca, Augusto Tagliati.
Carla Martino, Carlo Scognamiglio Pasini, Enzo Palumbo,, Paolo Guzzanti, Mario Caputi, Stefano Maffei, Guido D’Amico.

Cari Amici,

Mercoledì 17 marzo 2010, alle ore 15.00 è convocata la riunione della Direzione Nazionale presso la Sala Poli– Via Poli,13  – Roma,  con il seguente ordine del giorno:

Esame situazione politica, Organizzazione interna

PregandoVi  di non mancare, invio molti cordiali saluti

Stefano de Luca

6 Commenti

  1. Aggiungo che per quel che riguarda i pensionati sono alleati al PD, che ovviamente avrà raccolto loro le firme e formato le liste, mentre il movimento di Beppe Grillo è ormai un partito del 4-5% (almeno dalle mie parti), che ci piaccia o no. Inappropriato quindi fare paragoni col PLI dato che purtroppo il peso numerico del PLI è ancora abbondantemente inferiore all’1%…in Emilia Romagna come credo in quasi tutto il resto d’Italia.
    Tocca a noi invertire questi dati, ma questa è la situazione attuale.

  2. @Longanavi
    Non so delle elezioni comunali, ma per quel che riguarda le regionali non mi risulta che, almeno in Emilia Romagna, il PRI abbia presentato alcuna lista ed alcun simbolo.

  3. Beh basta andare sulla home page del PRI e si trovano tutti, cmq sono comuni importanti come Mantova, Vibo, Faenza.
    Nel frattempo rinnovo il mio sincero quesito: come mai i “cugini” del PRI hanno uomini e simboli in lista e noi no?

  4. In riferimento a quanto scritto da Longanevi, sarebbe utile sapere in quali comuni si presenta il PLI, e nel contempo prepararsi per le prossime amministrative comunali, il prossimo anno ad esempio nella mia Regione, il Friuli Venezia Giulia, verranno rinnovati alcuni importanti comuni, tra cui Monfalcone, Ronchi dei Legionari, sede dell’areoporto, e la Provincia di Gorizia, forse sarebbe il caso di cominciare a prepararsi.
    Dal momento che in Regione sono forti i cugini del PRI, un accordo politico con loro sarebbe secondo me una buona mossa politica.
    Saluti.

  5. Marco Taradash, candidato alla Segreteria nazionale del PLI al Congresso dell’anno scorso è fra i nuovi consiglieri regionali della Toscana nelle fila del Pdl.
    In questo modo anche all’attuale Segretario sarebbe stato molto, ma molto più facile presentare liste PLI in tutte le regioni…

  6. Buongiorno, sottopongo un argomento per la direzione naz:
    come mai nella mia regione, l’Emilia-Romagna sulle schede non sara’ presente nessun simbolo del PLI mentre invece ci sono i pensionati e la lista grillo?
    come mai invece il PRI e’ in campagna comunale con liste, candidati e simbolo?
    quindi concludo: un partito nazionale che non ha organizzazione locale visibile e non compare nelle elezioni non e’ un partito ma forse e’ diventato un movimento d’opinione che pero’ ha meno visibilita’ delle varie fondazioni dei presidenti (Fini, D’Alema, ecc.)

Comments are closed.