La proroga dello stato di emergenza al 15 Ottobre dovrebbe con un minimo di logica prevedere anche il rinvio delle elezioni regionali e comunali e del Referendum sul taglio del numero dei parlamentari fissate per il 20 e 21 settembre.
Avevamo fin da subito criticato la data scelta e ci pare necessaria almeno un minimo di coerenza .
Non puo’ essere emergenza quando fa comodo al Governo e ai Presidenti di Regione uscenti di ogni colore , e ritenere esercitabili le attivita’ legate al voto , compresa la raccolta delle firme e la campagna elettorale se l ‘emergenza sanitaria persiste.
Claudio Gentile
Nicola Fortuna
Roberto Sorcinelli
Segreteria Nazionale del Partito Liberale Italiano.

1 commento

  1. questo esecutivo ha dimostrato di non seguire la logica, per tanto dubito che saranno rinviate le elezioni regionali e il referendum da noi liberali giustamente osteggiato. già perchè consideriamo pericoloso e anti democratico diminuire la rappresentanza e inoltre pensiamo che questo giochetto del governo Conte faccia parte del peggiore populismo. ossia diminuire i costi della politica togliendo la rappresentanza democratica, eleggendo meno senatori e deputati al parlamento c’è anche un deficit di democrazia. tale pensata è in linea con chi vedi il cinque stelle ha sempre considerato le nostre istituzioni democratiche come un inutile costo, oppure una scatola di tonno da aprire usando il loro linguaggio, uno sfregio al parlamento e questo procede in quella politica di superamento della stessa democrazia rappresentativa più volte paventata dai protagonisti penta stellari. a stupire è il comportamento del PD partito questo che sì è sempre detto contrario sia alla diminuzione del numero dei parlamentari che ai cosi detti privilegi della casta, ossia per il mantenimento di questi, sempre usando il linguaggio grillino, ora invece sono per il superamento, ora che stanno al governo diventa utile per il paese diminuire la rappresentanza, un partito incoerente. la cosa non deve sorprendere da Renzi erano arrivate pensate peggiori vedi il superamento del bicameralismo e lo svuotamento di fatto della camera alta o senato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here