Gli eventi di questi ultimi giorni lasciano trasparire un clima surreale, quasi mitologico.
Salvini, Di Maio e Conte ricordano Cerbero, tre teste in continua discussione (si pensi al caso Moscopoli e alle parole riferite da Conte al Senato) tuttavia guardiani ad ogni costo della vita di questo esecutivo da inferi.
Conte ha ammainato la bandiera del No Tav e Di Maio, accettando l’incredibile decisione, ha spaccato in due sulla Torino-Lione il Movimento (ridicolizzando inoltre il Ministro pentastellato Toninelli), M5S divenuto ormai una Chimera (il mostro con due teste che simboleggia la mancanza di concretezza e di realizzazione).
Oggi assistiamo allo scontro Salvini-Tria nel Labirinto della Flat-tax, dove si nasconde l’orrendo Minotauro della prossima manovra finanziaria.
Noi giovani liberali riteniamo che l’esistenza di questo esecutivo debba giungere al termine al più presto per il bene del paese.

1 commento

  1. il governo Conte quanto a concretezza e operatività è pari a zero; nonostante i suoi esponenti affermino il contrario, parlando di cose fatte come amano dire lor, quello che hanno svolto di concreto lo fanno pagare al paese soprattutto alle future generazioni vedi quota cento, dove si pone in discussione una delle poche riforme che hanno salvato il sistema delle pensioni la famosa Fornero, e questi irresponsabili di lega e cinque stelle per scopi elettorali e propaganda l’hanno affossata. per quanto riguarda l’alta velocità e le opere pubbliche da realizzare il cinque stelle si mette di traverso, ma la cosa non dovrebbe sorprendere questo partito si è distinto per la sua politica anti industriale. la Flat Tax voluta da Salvini è anche quella una chimera parafrasando il vostro articolo, perchè di difficile realizzazione priva di coperture e non concordata insomma fatta apposta per non essere realizzata, del resto un partito come la lega che segue più il consenso del benessere generale non può che portare a immani disastri se non messo sotto tutela come prima era quando il potere era nelle mani del partito di maggioranza relativa ossia forza Italia. da quando la lega non è più costretta a rendere conto ai forzisti ha solo causato danni approvando politiche per avere mero consenso in ogni dove e non per migliorare la cosa pubblica, cosi facendo rischia di farci precipitare tutti nel baratro specie quelli che i leghisti a parole affermano di rappresentare ossia il ceto medio produttivo, se sbaglio scrivetelo amici liberali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here