Il Consiglio nazionale

constatando

– le sistematiche violazioni della legalità perpetrate da tutte le istituzioni pubbliche anche ai massimi livelli, come le norme incostituzionali nei regolamenti delle Camere, l’abnorme frequenza dei Decreti Legge,  le sentenze in cui i giudici “interpretano” la Costituzione e la legge invece di applicarla
– lo stridente contrasto tra il regime concordatario e il fondamentale principio liberale della laicità delle istituzioni
– i numerosi errori e incoerenze presenti nello Statuto del Partito

 mandato

alla Direzione nazionale di porre all’Ordine del giorno del prossimo Congresso nazionale

l’impegno del Partito di battersi per il ripristino della legalità e della laicità delle istituzioni

e

le opportune correzioni e modifiche dello Statuto

Mario Rampichini

Nicola Fortuna

(approvato all’unanimità)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here