Roma, 17 feb. (AdnKronos) – “Attendiamo una smentita da parte del Sindaco Virginia Raggi alle dichiarazioni dei consiglieri del M5S in merito all’annuncio dell’aumento del ticket per il parcheggio e la cancellazione delle strisce bianche nelle zone del centro storico e dell’anello ferroviario. Penalizzare le zone commerciali significa colpire ulteriormente i piccoli imprenditori che rappresentano una parte importante del tessuto produttivo capitolino. Sarebbe inoltre ingiustificata l’azione contro i residenti delle zone indicate nel piano redatto dall’Agenzia della mobilità. In una capitale in cui ci sono più buche che alberi e dove il trasporto pubblico è concepito esclusivamente come un bancomat propagandistico, l’ipotesi di Stefanò è troppo assurda per essere vera. E’ evidente che il partito Liberale si schiererà dalla parte dei negozianti e dei residenti. Confidiamo che il sindaco Raggi non voglia tassare ulteriormente i romani per pagare gli stipendi Atac e che metta presto la parola fine, risparmiando al Comune di Roma una pioggia di ricorsi”. Lo dichiara Francesco Pasquali, segretario regionale e commissario romano del Partito Liberale. (Rre/AdnKronos)