Il Partito Liberale aderisce e sostiene l’iniziativa del “partito del Pil”.

Rispetto alla decrescita infelice pretesa dai pauperisti del Movimento 5 stelle i liberali si schierano  dalla parte di chi sostiene la necessità di consistenti investimenti in infrastrutture (cominciando da Tap e Tav) ed in particolare per il mezzogiorno dove tali investimenti  sono stati dimenticati da troppo tempo.

Il PLI auspica una nuova marcia dei 40.000 o più, che sottolinei l’urgenza di sostenere  l’occupazione attraverso agevolazioni fiscali e contributive per i nuovi posti di lavoro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here