Stefano De Luca, presidente nazionale del Partito Liberale Italiano, interviene nel dibattito politico che ruota attorno l’approvazione dell’emendamento presentato da Simona Vicari (Ap)

di Stefano Caliciuri

E’ stato tra le colonne della cosiddetta Prima Repubblica. Parlamentare italiano per tre legislature, europeo per una, sottosegretario alle Finanze con i governi Goria, De Mita, Andreotti, Amato e Ciampi.  Stefano De Luca, liberale negli anni di governo, liberale negli anni più bui, oggi è il presidente nazionale del Partito Liberale. Italiano.
Apprendendo quando accaduto ieri in Senato, è intervenuto prontamente nel dibattito, condannando la scelta monopolistica del governo.
La corsa ad inseguimento della legge di stabilità, da un lato è infarcita di norme clientelari, dall’altro cerca di recuperare entrate a favore dell’erario riducendo sempre più la libertà dei cittadini e inserendo sempre ulteriori divieti. L’emendamento, che cerca di contenere la vendita di apparecchi elettronici e liquidi di ricarica con nicotina per coloro i quali faticosamente cercano di liberarsi dalla dipendenza dal fumo, ha l’intento di limitare la libertà del mercato di tali dispositivi per favorire un Monopolio statate che per i Liberali è già anacronistico anche per il fumo“.

Articolo pubblicato su SigMagazine
http://www.sigmagazine.it/2017/11/stefano-de-luca/

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here