Il risultato del turno di ballottaggi amministrativi dimostra in maniera inequivocabile che il centro destra unito è nettamente maggioritario nel Paese, registrando una netta sconfitta di un centro sinistra diviso ed in piena crisi. La ovvia conseguenza dovrebbe essere la definitiva uscita di scena del baldanzoso Renzi, che, non avendo mai avuto un lavoro, dovrebbe affrettarsi a cercare un impiego, chiedendo a Banca Intesa di disobbligarsi per aver ricevuto recentemente in regalo le Banche venete con il loro vasto e facoltoso mercato, attraverso un decreto legge, che fa inorridire chi come i liberali crede nel mercato e nelle sue leggi.

Adesso bisogna lavorare per una forte alleanza di centro destra per le elezioni politiche con il Partito liberale nel ruolo di soggetto politico di riferimento dell’area del centro riformatore.