Roma (askanews) – I liberali italiani del PLI hanno giurato fedeltà alla Costituzione davanti a Montecitorio dopo l’affermazione del No al referendum. “Siamo soddisfatti senza trionfalismo – ha detto il Presidente del PLI Stefano de Luca perché quando il popolo, che è il sovrano, parla, la politica lo deve seguire. Non c’è stata una vittoria del No, c’è stata una sconfitta di chi ha tentato di comprimere la democrazia. Adesso il popolo vuole che davanti al tempio della democrazia, cioè a Montecitorio, qualcuno, e i liberali ce l’hanno nel sangue, giuri fedeltà all’espressione popolare e ai principi di libertà e democrazia su cui si fonda il nostro Paese. Noi siamo sempre stati contrari al bipolarismo, come siamo contrari all’idea del vincitore, secondo cui chi vince prende il mazzo e per cinque anni fa quello che vuole. Questa non è l’idea della democrazia per i principi liberali, secondo cui la democrazia è fatica di ogni giorno. Per questo noi non cerchiamo il ritorno al bipolarismo, ma semmai la rinascita di partiti veri”.


Clicca qui per leggere la Rassegna stampa


Galleria