Il sen. Mario Monti ha detto che “il referendum inglese sul restare in Europa non è una splendida forma di espressione democratica“. Ed ha aggiunto: “Le conseguenze del voto inglese, indipendentemente dall’esito, sono pesanti per l’Unione stessa. Non dobbiamo illuderci; se anche il Regno Unito votasse per restare, ormai c’è un precedente. Che altri potrebbero seguire.”

Insomma, secondo il sen. Monti, democrazia è non far decidere i cittadini sulle grandi scelte del loro futuro. E tale tesi non è casuale. Applica il criterio ispiratore della proposta di revisione costituzionale italiana e si accoda alla concezione espressa tutti i giorni dall’altro senatore a vita Giorgio Napolitano, che di Monti è stato il mentore.

Tutto ciò conferma ulteriormente che, per evitare il peggioramento della Costituzione mettendo ai margini il cittadino, occorre votare NO al referendum di autunno.

Comitato PER LE LIBERTA’ DEI CITTADINI, NO AL PEGGIO

Clicca sull’immagine per visitare il sito dedicato

liberali-no-al-peggio

2 Commenti

  1. Dobbiamo evitare questa mostruosità e nel referendum tutti a Ottobre votare NO a quelle modifiche della Costituzione vigente volute dal governo Renzi.

Comments are closed.