Di fronte al complicarsi della situazione romana, che appare sempre più ingovernabile, il PLI intende dare il proprio contributo per risollevare le sorti della più bella città del mondo, che non merita un simile degrado.

Nessuna crisi si risolve senza una personalità all’altezza del compito.
I maggiori partiti sembrano fare a gara per evitare di assumersi una così grande responsabilità. Pertanto il PLI oggi stesso chiederà a Giancarlo Cremonesi di mettere a disposizione le sue qualità e la sua esperienza per candidarsi a guidare, come sindaco, la città di Roma.

Rivolge allo stesso tempo un invito alle altre forze politiche e a quei candidati, che non hanno riscosso fin ora un consenso sufficiente, di convergere su tale scelta principalmente civica e civile, che si pone l’obiettivo di battere la pericolosa palude dell’antipolitica.

[cml_media_alt id='12171']image[/cml_media_alt]

Articolo uscito su Il Tempo l’11 febbraio 2016