Sabato 21 marzo in Piazza della Rotonda, nota anche come Piazza del Pantheon, il PLI ha dato inizio alla “primavera liberale”. Il Partito Liberale è sceso in piazza  con moltissimi esponenti del partito e simpatizzanti per chiedere insieme ai cittadini la vendita della televisione di Stato.

Una piazza che ha accolto curiosi e simpatizzanti, colorata di giallo grazie alle tante bandiere sventolate, tutti mobilitatesi per dire No al canone Rai.
In Italia il canone televisivo, o canone RAI, è un’imposta sulla detenzione di apparecchi atti o adattabili alla ricezione di radioaudizioni televisive nel territorio italiano, considerata da molti una tassa inutile priva di significato, che viene impiegata in investimenti sovente incomprensibili nella gestione di una struttura spesso poco indipendente dai poteri politici.

Edoardo De Blasio, segretario del PLI Regione Lazio, promotore dell’iniziativa nazionale sottolinea: “Privatizzare la Rai ha tre significati: eliminare la lottizzazione dei partiti politici e della politica nella televisione di Stato che produce di fatto una disinformazione pilotata, eliminare il tipico carrozzone statale,  potenziale  parcheggio di amici e parenti della politica che sopravvive soltanto attraverso il finanziamento pubblico, eliminare una tassa odiosa come quella del Canone. Noi liberali vogliamo un Paese che sia il più possibile libero da tasse, imposte e spesa pubblica, il nostro obiettivo è dare il massimo spazio alla libera iniziativa e a un modo di vivere e concepire la Nazione eliminando alla radice questo sistema parassitario e statalista che penalizza nei fatti sia le classi disagiate che i produttori di ricchezza per il Paese. Basta con questo Stato pesante, puntiamo a uno Stato leggero, moderno, libero, meritocratico, solidale e competitivo”.

Massimiliano Giannocco Vice segretario Regionale Lazio evidenzia che: “Sabato 21 marzo è stato bello vedere la gente fermarsi e chiedere informazioni sulle iniziative del Partito Liberale Italiano. Come già accaduto all’Eur la settimana precedente, la sensazione è che molti italiani apprezzino il rapporto diretto che il nostro partito ha instaurato con loro. Abbiamo idee e proposte concrete, ma ascoltiamo quello che pensano i cittadini annotandoci i loro suggerimenti. Penso che sia sempre di più la gente desiderosa di riporre le proprie speranze in un partito piccolo ma dalla grande storia, come il PLI”.

E’ ora di fare sentire la voce davanti a un Parlamento e un Governo di rappresentanti politici che stanno affondando il Paese.

“Fuori i partiti dalla tv di Stato, vendiamo la Rai e aboliamo il canone!”. Questo lo slogan della battaglia liberale, lanciata anche nei social network con l’hastag #BastaRAI.

http://www.modernizzarelitalia.it/iniziativventi/21-marzo-iniziata-la-primavera-liberale/

21 marzo, iniziata la primavera liberale! _ MODERNIZZARE L'ITALIA