La Direzione Nazionale del PLI ha approvato la relazione dl Segretario ed il codice etico sulla gestione del Sito, di cui lo stesso Segretario assumerà la responsabilità diretta.

Ha espresso grave preoccupazione per la situazione politica generale, aggravata dall’inusitato endorstment del Presidente della Repubblica al Governo Renzi e alle riforme, costituzionale ed elettorale attualmente in discussione, che il PLI ritiene illiberali e pericolose per la democrazia.

Ha registrato con soddisfazione la disponibilità di gruppi e movimenti dell’area liberale a costituire, su proposta del PLI, un tavolo comune con l’obiettivo della creazione di un soggetto liberale più ampio. Nello spirito di questo processo di allargamento dell’area liberale, indicato nel Documento Congressuale, ha deliberato di porre all’ordine del giorno del Consiglio Nazionale la costituzione del Comitato dei Garanti, prevedendo la possibilità di estendere la partecipazione a personalità di alto profilo, anche non iscritte al PLI.

La Direzione, prendendo atto delle preoccupazioni del Tesoriere sulla situazione economica del Partito, ha invitato i membri della Direzione Nazionale ed i Segretari Regionali presenti a promuovere una forte campagna di iscrizioni.

Con una amplissima maggioranza di 14 voti favorevoli, 3 contrari e 2 astenuti ha, infine, approvato la mozione di censura per alcuni comportamenti del Coordinatore Organizzativo Nazionale Daniele Toto, che hanno compromesso l’interesse del Partito e resi più difficili i rapporti con i soggetti rappresentativi del mondo liberale europeo.

Infine la Direzione ha deciso di riconvocarsi per il 23 gennaio 2014 alle ore 16 ed ha confermato la data già stabilita del 24 gennaio 2015 alle ore 10 per il Consiglio Nazionale.