L’assordante silenzio che ha circondato la manifestazione per l’abolizione del servizio pubblico radiotelevisivo,  promossa dal PLI  il 25 settembre scorso, cui hanno aderito tutti i movimenti e le associazioni dell’area liberale, impone al mondo liberale di tornare in piazza per l’abolizione del baraccone al servizio dei partiti.

La Rai, ignorando che coloro i quali manifestano davanti ai cancelli di Viale Mazzini erano, in quanto cittadini contribuenti, i propri editori, non ha neppure dato notizia dell’iniziativa.

Il PLI, insieme a tutto il mondo liberale, tornerà in Viale Mazzini giovedì 23 ottobre dalle 18 alle 20 con le proprie bandiere, determinato a farsi sentire anche con azioni clamorose.

La protesta proseguirà fintanto che il silenzio dell’Ente di Stato e  della complice stampa cosiddetta libera, ma asservita, non cesserà, garantendo la doverosa informazione ai cittadini in ordine ad una iniziativa politica nell’ interesse della libertà politica del Paese, della eliminazione di un canone vessatorio e della moralizzazione, di un Ente di Stato al servizio della più deteriore politica.

Volantino Rai 23ottobre2014