“Presenteremo nei Comuni – anticipa il segretario regionale dei liberali Facchettin – la proposta di istituire il bilancio digitale. Basta plichi e fogli illeggibili, ridiamo valore e trasparenza alle spese che autorizzano i Sindaci. Con un semplice click, un target di persone che oscilla tra i 14 e i 70 anni, usando il Web, potrebbe consultare le spese per sostenere consulenze o altro”.

fvg piccolo 1settembre

1 commento

  1. Benissimo per il massimo della trasparenza. Però occorre che venga redatto in modo comprensibile e al cittadino venga consentito, cliccando sull’apposito link, di approfondire analiticamente le varie voci.

Comments are closed.